Fase 2: Meloni, 'il dl rilancio marchette, una pagina per ogni membro task force'

politica
AdnKronos
Roma, 21 mag. (Adnkronos) - Sul dl rilancio "lei diceva di ascoltare tutti gli interventi, 'grazie grazie grazie'. E invece è avvenuto quel che era prevedibile sul mitologico dl rilancio, già stato di aprile, già stato di maggio, come la Contessa Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare di fantozziana memoria. Siete scesi in conferenza stampa, c'è stato il colpo di teatro della ministra Bellanova, è finita che vi siete occupati di tutto tranne degli italiani, solo che il dl non c'era uscito dopo una settimana". Così Giorgia Meloni, attaccando il premier Giuseppe Conte in Aula alla Camera, dopo l'informativa sulla fase 2 e sul dl rilancio."Che immagine dell'Italia date con questa superficialità? - incalza Meloni - Che immagine di fronte agli imprenditori, agli investitori stranieri? Com'è, ci tenete tanto all'immagine dell'Italia nel contesto internazionale... La credibilità è nulla quando si lavora così, come è nulla la credibilità di un dl che consta di 500 pagine. Se si volesse davvero rilanciare l'Italia per prima cosa bisognerebbe semplificare, altro che un decreto di 500 pagine e altrettanti cavilli, non è un modo. Cos'è, avete dovuto far scrivere una pagina per ciascun membro della task force così da non mortificare nessuno?". Nel dl rilancio, attacca ancora la leader di Fdi, "ci avete messo marchette, cose che non hanno nulla a che fare con la situazione in cui ci troviamo".

Leggi anche

SIDDURA