Falcone: Crimi, 'ricordo deve accompagnarci ogni giorno'

politica
AdnKronos
Roma, 23 mag. (Adnkronos) - "Il 23 maggio di 28 anni fa il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro perdevano la vita nella strage mafiosa di Capaci. Un colpo al cuore dell'Italia, degli italiani e della loro libertà, che ancora oggi provoca strazio e profondo dolore. Una ferita che difficilmente riusciremo a rimarginare, poiché nessuno potrà mai riportare in vita quelle incolpevoli vittime, come tutte le vittime perite per mano criminosa. Oggi onoriamo la loro memoria, ma il ricordo di questi limpidi servitori dello Stato e dei valori che portavano in grembo deve accompagnarci ogni giorno, non soltanto in questa solenne ricorrenza". Lo scrive in un post su Facebook Vito Crimi, capo politico del Movimento 5 stelle."Ogni giorno -aggiunge- deve essere un giorno di lotta alla mafia, di contrasto alla criminalità, di reazione ai soprusi e alle violenze. Ogni giorno dobbiamo lavorare per costruire un mondo sicuro, per dare ai cittadini una giustizia equa, per garantire il rispetto delle regole, delle libertà individuali e per coltivare una cultura della legalità in cui far crescere le nuove generazioni. Ogni giorno dobbiamo fare la nostra parte, senza abbassare la guardia né indietreggiare, ma andando avanti, a testa alta, in difesa dei valori e dei diritti che sono alla base della nostra democrazia".

Leggi anche

SIDDURA