Caos Procure: Ayala, 'sono sconvolto, giudici scopiazzano la peggiore politica'

cronaca
AdnKronos
Palermo, 23 mag. (Adnkronos) - "Io sono veramente sconvolto, questo non è altro che scopiazzare la peggiore politica...". Con queste parole Giuseppe Ayala, pubblico ministero al maxiprocesso alla mafia di Palermo e grande amico di Giovanni Falcone, commenta con l'Adnkronos le ultime intercettazioni nell'inchiesta all'ex consigliere del Csm Luca Palamara. "Per me non c'è stato nulla di nuovo nel leggere quelle intercettazioni - spiega - anche se non sono mai stato addentro queste logiche. Ma il vero pericolo è che la gente possa perdere la fiducia nella magistratura". Per Ayala, che oggi ha partecipato alle cerimonie per ricordare il giudice Giovanni Falcone, "è un pericolo molto concreto, ecco perché è una priorità di cui si dovranno fare carico le istituzioni". "Devono intervenire, non so come, trovino il modo - auspica - Quando io scoprii che il precedente Csm, con Palamara consigliere, faceva le nomine a 'pacchetto', come le hanno chiamate, per cui c'era una Procura che rimaneva vuota per mesi finché non si combinavano i giochi, questo è davvero scopiazzare la peggiore politica". "Su questo sono impietoso - dice Ayala - naturalmente non generalizziamo, ci sono molte persone serie, ma lì una responsabilità politica a carico del governo e del parlamento c'è tutta. Il nodo è il metodo delle elezioni del Csm" anche se secondo il magistrato "il sorteggio mi sembra assurdo, se ne inventino un'altra...".

Leggi anche

SIDDURA