Coronavirus: Doris, 'fiducia in ripresa economia mondiale, pericolo è deflazione'

economia
AdnKronos

Milano, 25 giu. (Adnkronos) - Dopo la crisi economica scatenata dal coronavirus "sono molto fiducioso nella ripresa dell'economia mondiale, vendendo gli investimenti che sono stati fatti soprattutto negli Stati Uniti". Lo ha detto Ennio Doris, presidente di Banca Mediolanum, ospite del format tv Smart Talk di Wall Street Italia. "Vedremo una grande ripresa nel mondo e in Europa. Per quanto riguarda il nostro Paese è tutto nelle nostre mani. L'Europa si è messa a disposizione, ma dipende da noi".

Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, "ha indicato come vero pericolo del futuro la deflazione e io concordo. Negli ultimi dieci anni -ha spiegato Doris- le banche centrali hanno cercato di portare l'inflazione al 2% alzandola, mentre nel passato si cercava di portarla al 2% abbassandola. Non ci sono riuscite. Negli Stati Uniti si è arrivati a circa quel livello ma con uno sviluppo fortissimo e con una piena occupazione".

Per il presidente di Banca Mediolanum il livello dei tassi di interesse "non è mai stato così basso, non solo per gli interventi delle autorità monetarie, ma perché i tassi sono strettamente legati all'inflazione". Questa però "sarà bassissima e così i tassi di interesse. Il che vuol dire che il costo del debito sarà nettamente inferiore rispetto al passato.". L'Italia però affronta la crisi economica "con un debito pesante, che diventerà ancora più pesante se non riusciamo a mettere in moto la macchina produttiva in modo da tornare ad avere una crescita del Pil adeguata", ha concluso.

Leggi anche