Coronavirus: bozza dl, deroghe regioni solo se più restrittive

politica
AdnKronos
Roma, 6 ott. (Adnkronos) - Le Regioni potranno intervenire con misure ad hoc per fronteggiare l'emergenza Covid-19 ma solo se introdurranno giri di vite ulteriori, ovvero norme più restrittive. Per allargare le maglie delle misure, sarà invece necessario il via libera del Comitato tecnico scientifico. E' quanto prevede la bozza del decreto legge che proroga lo stato di emergenza al 31 gennaio, che avrebbe dovuto approdare in Cdm questa sera ma che, con ogni probabilità, verrà discusso solo domani, dopo l'incidente alla Camera sul numero legale sulle risoluzioni alle comunicazioni del ministro della Salute Roberto Speranza. Rispetto al "decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n.74", le parole "ampliative o restrittive rispetto a quelle disposte ai sensi del medesimo articolo 2", ovvero alle misure valide sull'intero territorio nazionale, "sono sostituite dalle seguenti: "restrittive rispetto a quelle disposte ai sensi del medesimo articolo 2, ovvero, nei soli casi previsti dai citati decreti e previo parere conforme del comitato tecnico-scientifico, anche ampliative".

Leggi anche