Pil: con -10,6% in 2020 da Fmi la stima 'peggiore' per l'Italia

economia
AdnKronos
Roma, 13 ott. - (Adnkronos) - Con il -10,6% previsto per il Pil italiano nel 2020, il Fondo Monetario Internazionale si aggiudica la 'palma' di stima più negativa per il nostro paese, assai lontana dal -9% indicato più volte dal ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, ma anche dal -9,5% suggerito ieri da Bankitalia in commissioni Bilancio di Camera e Senato. Più vicina alla previsione Fmi quella di Confindustria che vede nel 2020 un calo del 10% ed un recupero parziale del 4,8% nel 2021 (in questo caso più pessimista rispetto al +5,2% stimato dal Fondo). Anche altre valutazioni - come quelle delle agenzie di rating - sono meno cupe di quella che arriva da Washington: a settembre Fitch ha abbassato la previsione del Pil italiano nel 2020 a -10% (era di -9,5%) ma ha rialzato la previsione per il 2021 al 5,4%, dalla precedente stima del 4,4%. Addirittura più ottimista del governo Conte è stata Standard & Poor's che a fine settembre ha migliorato la stima 2020 a -8,9% dal precedente -9,5% con un rimbalzo atteso il prossimo anno al 6,4%.

Leggi anche

Golfo Aranci