Governo: crisi non ferma dl ristori e decreto cartelle, verso Cdm nel weekend

politica
AdnKronos
Roma, 26 gen. (Adnkronos) - Un Consiglio dei ministri nel weekend per dare il disco verde al decreto che proroga lo stop all'invio delle cartelle fiscali -in scadenza il 31 gennaio- poi, a inizio settimana prossima, un altro Cdm per varare il dl ristori 5. La crisi di governo non ferma i due provvedimenti che il governo Conte ha in canna, due tasselli ritenuti fondamentali per arginare l'emergenza Covid e i contraccolpi sul tessuto economico e sociale del paese. Fonti di governo assicurano all'Adnkronos che la tabella di marcia, su questi due provvedimenti, non subirà alcuna variazione: "sono considerati affari urgenti, quindi anche un governo dimissionario è tenuto a vararli, anzi, sarebbe grave se non lo facesse". Altra ipotesi planata sul tavolo del governo, in queste ore, è unire i due provvedimenti in un unico decreto -ristori più proroga cartelle- da approvare direttamente la settimana prossima."Il 14 gennaio abbiamo approvato un ulteriore scostamento di bilancio di ben 32 miliardi - dice un ministro di peso - sono soldi che dobbiamo distribuire senza perdere tempo, tanto più che la crisi morde e la gente li aspetta". Al momento, dunque, la sola certezza è che non ci sarà nessun congelamento. E non è una certezza di poco conto.

Leggi anche

SIDDURA