Depistaggio Borsellino: poliziotto imputato, 'mai interrotta una intercettazione Scarantino' (2)

cronaca
AdnKronos
(Adnkronos) - "Come potevamo sapere che lui stava telefonando? - replica oggi il poliziotto Fabrizio Mattei, accusato di calunnia aggravata in concorso -Lui non ha mai detto una cosa del genere". All’inizio del 1995, Scarantino era sotto continua intercettazione. Le telefonate sono state scoperte in un archivio del palazzo di giustizia di Caltanissetta. “Fu il collega Di Ganci, mio superiore, a dirmi che dovevamo staccare l’apparecchio. Quando poi smise di parlare coi magistrati, mi disse di riavviare”, disse in aula l'ispettore Valenti. Proprio due giorni fa il gip di Messina ha archiviato l'inchiesta a carico dei due ex sostituti della procura di Caltanissetta, Anna Maria Palma e Carmelo Petralia, accusati di calunnia aggravata.

Leggi anche