Roma: Morassut (Pd), 'serve un apostolato, fare il sindaco è missione non carriera'/Adnkronos (2)

politica
AdnKronos
(Adnkronos) - (Adnkronos) - L'altro elemento, forse ancora più dirompente, riguarda direttamente la scelta del candidato sindaco: "Chi avrà il ruolo di guidare la battaglia per il Campidoglio deve vivere questa esperienza come una missione, una forma di apostolato -spiega Morassut-. La città è prostrata, sente un vuoto di identità, una situazione di grande incertezza. La chiave non deve essere quella di un riequilibrio interno, una valutazione dei gruppi dirigenti". Per il deputato del Pd, "chi si candida lo deve fare impegnando innanzitutto se stesso in quella che è una grande missione, perché a Roma non ci si candida per un elemento di carriera politica. Gli elettori devono avvertire che chi lo fa si candida spinto da una molla sentimentale verso la città. Bisognerà andare casa per casa per trasmettere il senso di chi si fa carico del grande smarrimento e della disgregazione che la città vive". Per questo Morassut non entra nel merito del totonomi che impazza e che vede in questi ultimi giorni come protagonista l'ex ministro dell'Economia Roberto Gualtieri: "Quando le candidature saranno formalizzate vedremo, tutti insieme, il quadro dei partecipanti e l'elettorato si esprimerà sulle persone, con la loro esperienza e con la loro storia".

Leggi anche