Tv: 'Màkari', da un errore alla scoperta di se stessi e della propria terra

spettacolo
AdnKronos
Roma, 9 mar. (Adnkronos) - Un errore, anche il più banale, a volte può essere un’occasione, non solo di riscatto, come spesso capita, ma anche di scoperta di se stessi: è ciò che succede a Saverio Lamanna, protagonista della nuova fiction Rai ‘Màkari, in onda in prima visione su Rai1 per quattro serate da lunedì 15 marzo. Nato dalla penna di Gaetano Savatteri e interpretato da Claudio Gioè, Lamanna è un giornalista licenziato a causa di un passo falso sul suo lavoro e che perciò “cade in disgrazia, torna da Roma in Sicilia. Vittima di un naufragio, riscopre la sua vena di scrittore e si fa indagatore. Saverio Lamanna - racconta Gioè - è un investigatore che fa indagini socio-culturali, scopre la sua terra e se stesso”. Appassionato, riflessivo e soprattutto intuitivo, Lamanna ha dunque alle spalle un passato lavorativo gratificante e di successo. Dopo il suo futile errore, che gli ha fatto perdere il lavoro e soprattutto la credibilità, decide di fare ritorno a casa sua e, per leccarsi le ferite, si rifugia in uno dei luoghi più cari alla sua infanzia: Màkari, di fronte alla riserva naturale dello Zingaro. Ed è lì, tra mare cristallino, paesaggi mozzafiato, vecchie conoscenze e nuovi amici, che riscopre una grande passione rimasta sopita per anni: quella dello scrittore. E a Màkari le storie da raccontare non mancano di certo. Una serie di strani omicidi stuzzicano infatti la curiosità di Saverio che, come un vero segugio, fiutando le tracce, non molla la preda alla ricerca della verità.

Leggi anche