Maturità: preside Virgilio, 'a Milano tutto ok, clima positivo e no rischio aumento bocciature' (2)

cronaca
AdnKronos
(Adnkronos) - Generalmente, "l'atteggiamento dei ragazzi è stato di grande dignità e disponibilità". Certo, "sui contenuti, ho sentito cose in alcuni casi buone, in altri nettamente meno. In questo senso, tutto ciò che la pandemia ha comportato, tra il lockdown, la Dad e tutto il resto per qualcuno ha sicuramente influito negativamente". Ma per Garroni non è solo questo: "Il ruolo di accudimento della scuola in questi due anni è stato molto più ridotto, in più le famiglie si sono letteralmente scomparse. Tra separazioni, disastri vari, ho delle madri che mi chiedono consigli su cosa devono fare con il proprio figlio. Ma non in senso scolastico, in generale. Il problema è che la scuola è rimasta l'unica agenzia educativa nella nostra società. Una volta c'erano molti luoghi di aggregazione, mentre oggi la scuola è tutto, non c'è altro; i ragazzi sono soli, c'è una medicalizzazione forsennata, ogni ragazzo o quasi ha una relazione con un neuropsichiatra, anche quando si tratta di un caso di leggera dislessia. Si tratta -conclude- di problemi di fondo, non legati al Covid. La pandemia ha solo acuito i problemi e purtroppo ha reso più soli i più deboli".

Leggi anche

Mirtò Experience