Golfo AranciGolfo Aranci

Olimpiade accende 'sport mania', da atletica a nuoto atteso boom fra bimbi

salute
AdnKronos
(Adnkronos) - "L'entusiasmo per il successo olimpico dello sport italiano determinerà, già dalle prossime settimane, un incremento della pratica sportiva. In base alle discipline che hanno totalizzato più vittorie, e al gradimento e alla pratica dei vari sport tra bambini adolescenti, prevedo che si sarà un incremento per il nuoto e per la ginnastica artistica e l'atletica. La predominanza sarà fra le femmine". E' l'analisi del pediatra Italo Farnetani. L'esperto, sulla base dei risultati di una ricerca da lui condotta sulla base delle rilevazioni di un campione di pediatri, non ha dubbi: le Olimpiadi accenderanno la passione sportiva fra i più piccoli.Nel dettaglio, spiega all'Adnkronos Salute il professore ordinario di pediatria della Libera Università Ludes di Malta, "da una mia ricerca, valutando gli sport più praticati secondo le rilevazioni di un campione di pediatri, è risultato che il nuoto è lo sport non solo al primo posto per frequenza, ma di grande partecipazione sia per i maschi che per le femmine ed è l'unico, insieme allo sci, praticato in ugual percentuale dai due sessi. In questo caso, grazie anche alle medaglie, ai successi e ai record battuti in questa disciplina è prevedibile che ci sia un incremento di partecipazione" a questa disciplina. Il che, per l'esperto, è positivo sotto vari aspetti: "Le migliori prestazioni a livello del nuoto saranno utili non solo per le performance sportive, ma anche per una maggior sicurezza in mare", osserva. Altro settore in cui sarà probabile uno sviluppo "è quello della ginnastica artistica e dell'atletica che ha portato molti successi all'Italia ed è uno sport molto amato e praticato dalle ragazze. Consiglio pertanto alle Istituzioni, Federazioni e società sportive di puntare su" baby atleti maschi e femmine dall'età di 4 anni in poi per corsi di nuoto", per esempio. "Ricordo in particolare un ulteriore lato positivo di queste discipline: possono essere praticate anche d'inverno, e sarà utile.Ecco i dati della ricerca citata da Farnetani: "Il nuoto è lo sport più praticato fra i bambini di età compresa fra i 5 e i 10 anni". Dividendo i due sessi, "per i maschi ai primi posti ci sono nell'ordine calcio (24,61%); nuoto 22,11% e pallacanestro (18,69%). Nella stessa fascia d'età, le femmine praticano nuoto nel 26,10% dei casi, adesione che precede di poco la ginnastica artistica con il 25,22%. La pallavolo è più distanziata al 12,38%". Fra gli adolescenti di età compresa fra gli 11 e i 14 anni, "il nuoto si assesta saldamente al primo posto: è praticato dal 30,9% dei maschi e il 36,08 % delle femmine. Per i maschi il secondo sport praticato resta sempre il calcio (21,56%) e a seguire la pallacanestro (13,75%). Fra le femmine, al secondo posto si trova sempre la ginnastica artistica, praticata da una percentuale inferiore rispetto alle bambine più piccole, 18,26%, mentre la pallavolo si mantiene sempre al 12,6%".

Leggi anche