Mani pulite: ex ministro Andò, 'solo macerie, Tangentopoli grande fallimento'/Adnkronos (2)

politica
AdnKronos
(Adnkronos) - Per l'ex socialista "tutto quello che è accaduto nei decenni successivi deriva dal fatto che c'era stata una sovrapposizione politica del sistema giudiziario, che ha segnato anche i comportamenti dei singoli magistrati, di quelli più esposti, ma anche dell'associazione, della corporazione. Tutto quello che è accaduto in questi anni, che oggi è oggetto di una forte critica sociale, di iniziative che si stanno assumendo a livello politico, è in qualche modo collegato alla vicenda di Tangentopoli. E a tutto quello che questo ha prodotto sui piani di comportamenti successivi, di esposizione mediatica eccessiva, un fenomeno di corporativismo della magistratura, di protagonismo, il rifiuto della giusta neutralità che la funzione giurisdizionale deve avere, ecco tutti questi fenomeni non sono nati dal nulla, in un certo senso sono anche figli della inchiesta di Tangentopoli". "Se penso quel periodo - dice ancora Salvo Andò - penso al clima, erano anni del terrore, i costi umani che questo ha portato Mani pulite. Quando penso a quel periodo, penso soprattutto a una cosa, che mi ha colpito forse più delle tragedie personali. Persone che si uccidevano. C'erano magistrati che promettevano la liberazione degli arrestati ma poi non accadeva. Ricordo ad esempio l'espressione di Davigo che diceva che 'dovevano somministrare delle ghiande', come ai porci, questa era la considerazione degli imputati. Fatico ancora a crederci, è una cosa che non riesco a rimuovere. Nonostante la voglia di forca sentire un pm usare questa espressione è tremendo".

Leggi anche

SIDDURA