Ue: Picierno (Pd), 'Polonia e Ungheria devono adeguarsi, fondi vincolati a Stato di diritto'

politica
AdnKronos
Roma, 16 feb.(Adnkronos) - "La Corte di Giustizia ha rigettato il ricorso di Polonia e Ungheria: legare le risorse del Next Generation allo Stato di diritto non solo è legittimo, ma giusto. Ci sono valori e diritti essenziali da cui nessuno Stato membro può prescindere. Principi che devono essere alla base dell'Unione Europea, chi li respinge lo fa soltanto per questioni strumentali". Così la vicepresidente del Parlamento Europeo, Pina Picierno."Indicativa è la reazione alla sentenza della Polonia, che continua a esprimersi tramite slogan legati al sovranismo e a un approccio incompatibile con l'avanzamento del processo di integrazione europea. Non si possono approvare e attuare leggi liberticide e repressive e poi pretendere i fondi comunitari come se nulla fosse. Un concetto inderogabile per la democrazia europea, come oggi ha affermato in modo netto e perentorio la Corte di Giustizia".

Leggi anche

Olbia Arena Elisa 27 agosto 2022