Bollette: Pasini (Feralpi), ‘in ore picco spenti alcuni stabilimenti, produzione concentrata notte e weekend’

economia
AdnKronos
Milano, 17 feb (Adnkronos) - “Come gruppo siderurgico siamo un settore ad alta intensità energetica. In funzione dei rincari dell’energia elettrica, di fatto quadruplicata in un anno, da mesi siamo chiamati a rimodulare la nostra attività giorno per giorno, decidendo se e quanto sospendere la produzione in base all’oscillazione della borsa elettrica”. A dirlo all’AdnKronos è Giuseppe Pasini, presidente Gruppo Feralpi tra i principali produttori siderurgici in Europa (1,24 mld di euro di fatturato e oltre 1700 dipendenti diretti), specializzato nella produzione di acciai destinati sia all’edilizia sia ad applicazioni speciali. “Anche grazie al Pnrr - sottolinea Pasini - siamo in una fase di mercato espansiva, eppure nelle ore di picco fermiamo gli stabilimenti a Lonato del Garda, Calvisano e Lecco. Al contrario, cerchiamo di concentrare la produzione durante la notte ed il fine settimana, quando l’energia costa un po’ meno. Abbiamo avuto una grande collaborazione da parte dei nostri collaboratori, ma non può essere questa la soluzione strutturale anche perché ci sono delle rigidità da rispettare”.Secondo Pasini “è bene tenere presente che occorrono misure immediate per arginare il caro-energia e le ripercussioni sulle filiere, non solo azioni nel lungo periodo, ricorrendo ad un mix di strumenti”. Tra questi, rimarca, “riprendere a sfruttare i giacimenti italiani di gas, come nei progetti del governo, penso sia una via per ridurre i picchi di prezzo, favorendo una transizione verso fonti rinnovabili che sono il nostro futuro, ma che vanno accompagnate poiché hanno bisogno di anni per affermare un paradigma nuovo e sostenibile”.

Leggi anche