Fonsai: processo crac Imco, assolti Peluso e altri 11, 'fatto non sussiste'

cronaca
AdnKronos
Milano, 19 mag. (Adnkronos) - Il manager Piergiorgio Peluso, figlio dell'ex ministro Annamaria Cancellieri, accusato di concorso in bancarotta in relazione al fallimento di Imco, una delle holding della famiglia Ligresti, ai tempi soci di Fonsai, e altri 11 imputati sono stati assolti "perché il fatto non sussiste". Lo hanno deciso i giudici di Milano al termine di un processo 'accidentato' iniziato nel 2016 con cambi di collegi e lunghi rinvii iniziali. Peluso - che preferisce non commentare l'assoluzione piena -, era indagato in qualità di ex amministratore delegato di Unicredit Corporate Banking ed era accusato di aver "dissipato" il patrimonio di Imco con un'operazione avvenuta nell'agosto 2010. "Il processo è stato celebrato in un clima di rara correttezza tra tutte le parti (difese, giudici e pm) al di là dell'esito peraltro prevedibile" è il commento di Davide Steccanella che difendeva uno degli imputati.

Leggi anche