Ucraina: Lavrov, 'nessun paese è protetto da incursioni ostili di Usa e suoi alleati'

esteri
AdnKronos
Mosca, 24 mar. (Adnkronos) - Nessun paese è attualmente protetto da "incursioni ostili" da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov alla redazione della rivista russa Razvedchik. "In generale - ha detto - nessuno oggi è al sicuro da 'incursioni' ostili da parte degli americani e dei loro alleati della NATO. Numerosi paesi sono attualmente minacciati e ricattati".Secondo il massimo diplomatico russo, "la situazione dentro e intorno all'Ucraina non è che una manifestazione di una collisione su larga scala che coinvolge i tentativi di un piccolo gruppo di paesi occidentali di ottenere il dominio del mondo, contro una tendenza multipolare. Nella loro strategia c'è anche quella di scoraggiare completamente la Cina nell'area indo-pacifica", ha aggiunto Lavrov, criticando quella che ha definito "la feroce interferenza dell'Occidente negli affari interni di nazioni sovrane, inclusa la fraterna Bielorussia, e condannando il blocco economico di Cuba durato anni"."Pur agendo secondo le peggiori tradizioni coloniali, gli americani e i loro sostenitori stanno cercando di dividere il mondo in 'democrazie' e 'regimi autoritari'", ha osservato il ministro degli Esteri russo, criticando infine il capo della diplomazia dell'Ue Josep Borrell per la sua dichiarazione "razzista" secondo cui l'Europa è un giardino e il resto del mondo una giungla.

Leggi anche