Golfo Aranci

Premio Giornalistico Ruggiu"
Olbia ricorda il giornalista di 5 Stelle

di Antonella Brianda


OLBIA. "Il giornalismo faceva parte di lui fin da quando è nato e per tutta la sua breve vita, Umberto ha lottato per praticare nel migliore dei modi questa professione". Così è stato descritto Umberto Emanuele Ruggiu, giornalista dell'emittente Cinque Stelle che lo scorso 15 settembre, a soli 36 anni, è scomparso a causa di una malattia che lo ha consumato in pochissimi mesi. In suo onore, l'Associazione Prospettiva Donna, FaceOnVideo.com e i famigliari, hanno deciso di promuovere la prima edizione del "Premio Giornalistico Umberto Emanuele Ruggiu". "Il premio è rivolto ai giornalisti di serie B, quelli che non sono cavalli di razza, non hanno amici o aiutini, quelli che, come Umberto, vivono di giornalismo e lo fanno con passione, magari restando ai margini, senza avere la visibilità che meritano", hanno affermato gli organizzatori.


Il concorso è aperto a tutti i giornalisti, siano essi professionisti, pubblicisti, praticanti o semplici collaboratori che abbiamo voglia di mettersi in gioco e realizzare un servizio giornalistico video della durata che va da uno e quattro minuti, su di un tema a scelta, ad eccezione della televisione e del gossip. Le iscrizioni sono aperte fino al 20 di settembre. I giornalisti dovranno registrarsi all'interno del portale FaceOnVideo.com e postare il proprio reportage. Inoltre, per ultimare l'iscrizione al concorso, è necessario far recapitare alla sede dell'Associazione Prospettiva Donna di Olbia, tutta la documentazione cartacea richiesta, compreso il Cd con il servizio. La giuria del Premio, presieduta da Nardo Marino è composta da noti giornalisti sardi di Videolina, Unione Sarda e Cinque Stelle che esamineranno i lavori e assegneranno un solo premio. Il vincitore porterà a casa 1.500 euro. E' inoltre previsto un secondo riconoscimento che non prevede somme di denaro, ma che ha lo scopo di far emergere nuovi talenti del giornalismo. Il bando completo è consultabile sul sito FaceOnVideo.com.


"Umberto era un grande uomo e se Dio l'avesse lasciato su questa terra sarebbe sicuramente diventato anche un grande giornalista". Lo ha ricordato così la madre, la signora Paola che, assieme all'altra figlia, ha fortemente voluto la realizzazione di questo progetto. Una parte del premio in denaro, infatti, è stata messa a disposizione dalla sorella di Umberto, mentre la restante parte è stata donata dall'Associazione Prospettiva Donna. "Quando Paola, la mamma di Umberto, ci ha presentato questa bellissima iniziativa, non potevamo non aderire. Lui era molto sensibile alle tematiche legate alle donne. Tempo fa fece un programma su Cinque Stelle incentrato sullo stalking e mi fece partecipare. Come Associazione siamo orgogliose di prendere parte attivamente a questo progetto", ha detto il presidente di Prospettiva Donna, Patrizia Desole. 

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA