Corsa alle elezioni regionali
In Gallura finora presentate sei liste

di Antonella Brianda


OLBIA. La scadenza per la presentazione degli elenchi dei candidati che fanno capo ai sette schieramenti in campo per le elezioni regionali del 16 febbraio prossimo è fissata per le 20 di questa sera. A poche ore dalla "deadline", in Gallura sono sei, per il momento, le liste presentate; questa mattina nell'ufficio del tribunale di Tempio Pausania, Fortza Paris-Azione Popolare ha depositata la documentazione per intraprendere la corsa alle regionali. Capolista del gruppo il ristoratore di Arzachena Giuseppe Cascioni, seguito da Giovanna Rosa Aisoni, Moreno Contini, Fabio Trevisan e Loredana Lai. Altri cinque partiti si sono invece presentati ieri. I Riformatori sardi puntano su un gruppo di giovani: il dipendente della capitaneria di porto di La Maddalena, Fabio Lai, l'imprenditrice turistica di San Teodoro, Anna Pirina, l'ex consigliere provinciale Andrea Nieddu, il sindaco di Luogosanto, Antonio Scampuddu e l'ex assessore comunale di Arzachena, Roberto Ragnedda. L'Uds propone, come capolista, l'ex assessore regionale ai Lavori pubblici, Sebastiano Sannitu, già con i Riformatori, assieme all'ex consigliere provinciale olbiese Patrizia Bigi, Emanuele Marotto, Chiara Assunta Rinaldi e il sindaco di Buddusò, Giovanni Satta. Forza Italia candida il consigliere regionale uscente, Gianfranco Bardanzellu, l'ex assessore comunale all'Urbanistica di Olbia, Marzio Altana, Irene Casalloni e i sindaci di Golfo Aranci, Giuseppe Fasolino e di Monti, Emanuele Mutzu.  Sono già state presentate due delle tre liste collegate alla candidata presidente Michela Murgia: "Gentes" e "ProgRes". In quest'ultima ritroviamo anche il nome del fororeporter Antonello Zappadu, divenuto celebre per le foto scandalo scattate a Villa Certosa e che, dopo il forfait del M5S, ha deciso di candidarsi a sostegno della scrittrice di Cabras.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA