Golfo Aranci

Pubblicato il bando per il Mattatoio
Bacciu: "I consiglieri di Fi studino di più gli atti"

OLBIA. L'assessore ai lavori pubblici, Davide Bacciu, ha comunicato che in data 7 gennaio 2015 è stato pubblicato il bando denominato "avviso per la presentazione di manifestazione di interesse per la concessione della gestione dell'immobile denominato "il nuovo mattatoio". Risponde così l'assessore comunale alla richiesta di intervento da parte del gruppo consiliare di Forza Italia. "Più volte in questi anni l'assessorato ha cercato di reperire le risorse per completare un'opera incompiuta iniziata all'inizio degli anni 2000. Purtroppo, senza fondi regionali  e fondi comunali è stato impossibile investire nell'opera. Pertanto l'amministrazione comunale, ha deciso di verificare se qualcuno abbia interesse a completare l'opera e gestire la stessa. In questi anni va ricordato che il mattatoio, prima in completo stato di abbandono, è stato concesso in comodato d'uso all'associazione Gaia, la quale vi ha installato la propria sede, mantenendo assolutamente in stato decoroso l'immobile. All'associazione va il nostro ringraziamento e le rassicurazioni che non dovranno assolutamente lasciare l'immobile fintanto che' non vi sia una comunicazione ufficiale da parte  dell'amministrazione, che verrà data con ampio anticipo. Atteso l'ottimo rapporto di collaborazione instaurato tra l'amministrazione e la Gaia, sono certo che si troveranno ulteriori soluzioni per la sede di questa importante associazione. Siamo convinti della necessità impellente di avere in città, una struttura di macellazione, e per questo, confidiamo nella presentazione di numerose manifestazioni di interesse". Il bando è visionabile nel sito del comune di Olbia sotto la voce "bandi di gara". Il termine per la presentazione è il 30.01.2015. "Leggo in data odierna -ha poi concluso Bacciu- che il gruppo di Forza Italia nei giorni scorsi ha presentato una mozione sull'argomento. Nel testo si dice che l'amministrazione non avrebbe fatto alcun atto amministrativo. Al fine di evitare ulteriori atti palesemente intempestivi, consiglio ai consiglieri, di studiare un po' di più gli atti amministrativi posti in essere dall'amministrazione comunale". 


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA