Marinella, chiosco abusivo in spiaggia
Ruspe in azione in esecuzione dell'ordinanza di demolizione

di Davide Mosca

OLBIA. Cemento, abusivismo e illegalità da anni ricoprono i territori più belli della Gallura. E quando l'abuso viene commesso sulle spiagge è ancora più fastidioso, perché oltre al danno ambientale si danneggia l'immagine di quella che viene considerata la finestra sull'Isola. Qui a Marinella centinaia di turisti affollano il litorale e da tempo si chiedono come sia stato possibile lasciare in piedi quella struttura. Oggi dopo tanti anni, tra rinvii e ordinanze di demolizione le ruspe sono entrate in azione per cancellare e mettere la parola fine al chiosco-ristorante ritenuto abusivo. In azione gli uomini della polizia locale che hanno presenziato per garantire la sicurezza dello svolgimento delle operazioni. L'intervento è stato avviato all'alba con l'abbattimento di una parte della struttura di proprietà di Lello Orecchioni. I lavori dovrebbero proseguire la prossima settimana.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS