Scoperto il relitto di una nave romana
Adagiata sul fondo delle acque galluresi carica di tesori

di Davide Mosca

OLBIA. Un relitto di un'antichissima nave romana con all'interno laterizi in alcuni casi integri. E' la scoperta che ha fatto il nucleo sommozzatori della polizia di Stato distaccata a Olbia nelle acque galluresi. Le operazioni sono state supervisionate dalla Soprintendenza Archeologica regionale. Il relitto era adagiato ad una profondità di cinquanta metri  di profondità. Il ritrovamento è unico nel suo genere, ma in questa zona come si sa il passaggio delle navi romane era frequente oltre che stanziale nel porto di Olbia. L'imbarcazione è lunga diciotto metri e larga sette. Al suo interno sono custoditi tesori inestimabili, come pezzi di vasi e laterizi di epoca imperiale. Secondo gli archeologi la rotta che stava seguendo la nave era quella che porta verso la Spagna o sulle coste occidentali. Nei prossimi giorni nel corso di una conferenza stampa verranno illustrati tutti i dettagli dell'operazione. Ecco il video.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Agostinangelo Marras