Golfo Aranci

Cellula di Al Qaeda con base a Olbia
Arrestato un altro presunto terrorista

di Davide Mosca

OLBIA. Gli inquirenti che indagano sulla cellula affiliata ad Al Qaeda e con base in Gallura a Olbia aggiungono un altro importante tassello alla delicata inchiesta e arrestano un altro uomo. Il giovane pakistano è stato fermato dalla Polizia di Stato nell'aeroporto di Roma Fiumicino in transito dopo esser arrivato da Islamabad. L'uomo avrebbe ospitato a Roma e a Olbia un presunto kamikaze pronto a compiere un attentato nel territorio italiano. L'accusa contestata è associazione ad organizzazione criminale con finalità di terrorismo. L’operazione  è stata condotta dagli agenti della Digos di Sassari in collaborazione con la Digos di Roma e la Polizia di Frontiera di Roma-Fiumicino e rientra nel quadro della vasta operazione antiterrorismo del 24 aprile  che ha visto l’esecuzione di diciotto ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di diversi cittadini pakistani ed afgani facenti parte di un’organizzazione criminale transnazionale che operava in buona parte nel territorio nazionale anche per finanziare le principali organizzazioni terroristiche e con la base operativa a Olbia. Proprio nel capoluogo gallurese l'organizzazione avrebbe pianificato l'attentato al mercato di Peshawar in PaListan nel 2009, dove morirono centinaia di persone, compresi bambini.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche