Non si fermano all'alt e fuggono
Inseguimento in città, nei guai un 18enne olbiese senza patente

OLBIA. Poco prima delle 2 di questa notte, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale, hanno notato una Fiat Panda in sosta con all'interno degli occupanti. I militari a quel punto hanno deciso di effettuare un controllo, ma alla loro vista, il conducente ha avviato il mezzo e si è dato alla fuga. Ne è scaturito un inseguimento per le vie cittadine ad alta velocità e, in alcune vie del centro, in contromano. Dopo circa 15 minuti, il guidatore ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro una barriera jersey in cemento presente al Porto "Isola Bianca". L’autoradio dei Carabinieri si è a quel punto fermata nella parte posteriore del veicolo incidentato, ma il conducente, inserita la retromarcia, tentava nuovamente la fuga investendo il mezzo militare che ha riportato danni nella parte anteriore sinistra del cofano motore e al paraurti. 


Il passeggero, resosi conto che il veicolo sul quale viaggiava era ormai bloccato, ha tentato comunque di allontanarsi a pedi, ma è stato prontamente fermato. Al termine del movimentato inseguimento, i Carabinieri hanno arrestato il giovanissimo conducente M. G., 18enne olbiese, per resistenza a Pubblico Ufficiale, guida senza Patente e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, porto abusivo di un coltello con 7 centimerei di lama e danneggiamento, mentre il giovane passeggero P. S., ventenne, è stato arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale.

I due ragazzi, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, a breve, saranno accompagnati alle rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

Golfo Aranci