Autorità portuale della Sardegna
Tre consiglieri regionali chiedono che la sede sia a Olbia

Indiscrezioni darebbero già indicata la sede di Cagliari

OLBIA. I Consiglieri regionali Giuseppe Meloni, Pier Franco Zanchetta e Giuseppe Fasolino, in merito all'istituzione dell’Autorità di Sistema Portuale della Sardegna, hanno presentato apposita interpellanza chiedendo al Presidente della Regione e all’Assessore dei Trasporti, se siano fondate le notizie di stampa circa l’indicazione di Cagliari quale sede del nuovo organismo e se non ritengano doveroso attivarsi presso il Governo nazionale affinché sia individuata la città di Olbia quale sede di detta Autorità. Pubblichiamo nella sua interezza l'interpellanza dei tre consiglieri galluresi.


"Interpellanza sulla necessità di ottenere, dal Governo nazionale, il riconoscimento di Olbia quale sede dell’istituenda Autorità di Sistema Portuale della Sardegna. 

I sottoscritti Consiglieri,

premesso che:

- secondo indiscrezioni di stampa, si sarebbe definito a livello governativo il riordino delle Autorità Portuali Italiane, che, relativamente alla Sardegna, parrebbe prevedere l’accorpamento delle due Autorità, portuali oggi in essere, in una unica Autorità di Sistema Portuale,  la cui sede sarebbe stata individuata nel capoluogo;

- come noto i porti principali in Sardegna sono quattro di cui soltanto uno, quello di Cagliari, situato nel sud dell’Isola. Gli altri, Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres sono invece situati nel nord dell’Isola e Olbia e Golfo Aranci sono peraltro vicinissimi tra loro;

- dall’analisi dei dati più recenti a disposizione (aggiornati a ottobre 2015), risulta che nei porti del nord Sardegna nel 2015 il traffico passeggeri è aumentato mediamente di oltre il 10%, in particolare  nel porto di Olbia l’aumento è stato dell’11,75% e, in quello di Golfo Aranci addirittura del 21,94%; Ciò oltre  ai diversi milioni di tonnellate di merci trasportate ed un traffico crocieristico in continua evoluzione.

- non si hanno a disposizione dati recenti relativamente al traffico passeggeri nel porto di Cagliari basti tuttavia citare che nel 2014 il traffico complessivo passeggeri è stato di circa 247.000 unità contro le oltre 3.500.000 unità dei porti del nord Sardegna; 

- relativamente al traffico merci,occorre evidenziare che al netto delle operazioni di transhipment, (merci su contenitori e prodotti petroliferi che transitano solo all’interno del porto e di fatto non entrano “in Sardegna”) settore di punta del porto di Cagliari, il traffico di cabotaggio con unità Ro- Pax, Ro-Ro-, (passeggeri e auto al seguito, mezzi pesanti con o senza merci) passa in larghissima parte dai porti del nord Sardegna, in particolare da quello di Olbia; 

posto quanto sopra, attesa l’evidenza della necessità di individuare il porto di Olbia quale sede naturale dell’istituenda nuova Autorità di Sistema Portuale della Sardegna, 

chiedono di interpellare il Presidente della Regione e l’Assessore dei Trasporti per conoscere

1) se le notizie riportate di recente dalla stampa abbiano reale fondamento, e quali siano, in tal caso, i criteri che legittimerebbero l’eventuale indicazione di Cagliari quale sede della nuova Autorità di Sistema Portuale;

2) se non ritengano doveroso, anche alla luce delle motivazioni esposte, porre in essere, presso il Governo nazionale, tutte le iniziative necessarie al fine di ottenere il legittimo riconoscimento, alla Città di Olbia, della sede dell’istituenda Autorità di Sistema Portuale della Sardegna".


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione