Onorato conferma tariffe a 14 euro per i sardi e commenta la concorrenza di "Grimaldi Lines"

di Davide Mosca

OLBIA. Onorato sbarca a Olbia e nel corso di una conferenza stampa indetta sul traghetto Moby parla a tutto campo dei trasporti e soprattutto lancia una bordata contro la compagnia Grimaldi che in questi giorni ha annunciato di voler aprire una nuova rotta sulla Olbia-Livorno. "Siamo cresciuti nella concorrenza -ha commentato Onorato. quindi la mia non è una lotta commerciale  con Grimaldi, ma ideologica, per questo sono uscito da Confitarmi. Il gruppo Onorato ha 70 navi e 4 mila marittimi tutti italiani e su questo vogliamo puntare, Grimaldi vuole aprire ai marittimi extracomunitari, pagati a 600/700 dollari al mese, e questa linea non è possibile, non può passare. Dobbiamo difendere il lavoro degli italiani. Cosa dovremmo fare per essere concorrenziali, sbarcare i marittimi italiani per imbarcare quelli extracomunitari? Vogliamo gli extracomunitari a bordo, benissimo ma prendiamoli con contratti italiani". L'armatore napoletano ha poi confermato le tariffe agevolate per i residenti e i nati in Sardegna. I biglietti costeranno 14 euro e non saranno contigentati. 


"Abbiamo la consapevolezza che lo strappo tra i sardi e la Tirrenia c'è. Ci vuole tempo e ci vogliono delle strategie di servizi per avvicinare i sardi. Un'idea è quella per esempio di avere solo prodotti sardi sulle navi Tirrenia e nei suoi Catering. C'è una frattura storica dei sardi con la Tirrenia e stiamo -ha poi concluso Onorato- cercando di ricucirla. Ad esempio abbiamo chiuso  un contratto con una pasticceria di Buddusò". E nel corso della conferenza stampa è stato anche annunciato che il nuovo logo della Tirrenia verrà disegnato da uno studente sardo che ha vinto una borsa di studio avviata e che è paria 50mila euro. Sul fronte Saremar l'armatore è poi ritornato a parlare di occupazione: "Chiunque prenda la Saremar dovrà garantire l'occupazione dei marittimi, questo è il punto chiave, anche nell'ottica di ricostruire il rapporto tra i sardi e Tirrenia".


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

Golfo Aranci