Violenta lite in un bar a Olbia
Arrestati due fratelli olbiesi e un 24enne

OLBIA. Nella tarda serata di ieri, un giovane originario della Guinea Bissau si è presentato al Comando del Reparto Territoriale con una copiosa perdita di sangue per dei tagli al volto lamentando di essere stato aggredito mentre si trovava in un vicino locale. A Quel punto è stato, immediatamente chiamata un'ambulanza che ha trasportato il ragazzo presso il pronto soccorso dell'ospedale cittadino e, contemporaneamente, è stata allertata una pattuglia della Sezione Radiomobile e personale della Sezione Operativa che si è poi attivata per identificare gli autori dell'aggressione e fare piena luce su quanto raccontato dal ferito.


Poco dopo, i Carabinieri hanno ricostruito l'accaduto accertando che poco prima, all'interno di un bar cittadino, per futili motivi, vi era stata una discussione tra il giovane e altri due avventori che, in breve tempo, anche a causa dell'eccessiva assunzione di alcool da parte dello stesso ferito, era degenerata in una violenta lite. Per tali motivi, sono stati tratti in arresto due fratelli olbiesi, B.P. e B.R. rispettivamente di 39 e 25 anni, incensurati, e il 24enne guineano I.H.G.. poiché responsabili di rissa aggravata e lesioni.


Il ferito è stato medicato per tagli al labbro e zigomo giudicati guaribili in quindici giorni. Gli uomini, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati accompagnati presso le proprie residenze in regime di arresti domiciliari.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA MAÌA