Con l'auto finisce in mare a Olbia
Due uomini si gettano in mare e le salvano la vita

Guarda VIDEO e FOTO in fondo all'articolo
di Davide Mosca

OLBIA. Una manovra sbagliata ed è finita in mare con la sua auto in via Redipuglia a Olbia. Per sua fortuna nelle vicinanze passavano due uomini che non hanno esitato a buttarsi in mare e portare la donna in salvo. La donna e uno dei due uomini sono stati ricoverati in ospedale per accertamenti, ma le loro condizioni non desterebbero alcuna preoccupazione. L'episodio si è verificato stamane, intorno alle 11 sul lungomare di via Redipulia, quando una ragazza, Kahajita Jellita, di 33 anni di origine marocchina è entrata nella auto parcheggiata, ha messo, in moto, ma invece di ingranare la retromarcia avrebbe involontariamente messo la prima. La donna ha, poi, dichiarato di aver tentato invano di frenare.

 L'autovettura ha preso la giusta velocità per colpire un blocco di cemento, messo a protezione della banchina e anche un palo della luce, ed è finita in acqua. Mohammed Maachi, 31 enne anche lui di origine marocchina, ha assistito alla scena così come Salvatore Desini, 60enne di Olbia, dipendente comunale che non hanno esitato a tuffarsi nelle gelide acque invernali per estrarre la giovane dall'auto ormai invasa dall'acqua e trasportarla sul molo. Sul posto si sono recati gli uomini della polizia locale, i vigili del fuoco, la polizia di stato e gli operatori del 118 che hanno trasportato la donna e il giovane in ospedale per accertamenti e prime cure mediche. Gli uomini dei vigili del fuoco, con i sommozzatori hanno, poi, provveduto a imbragare l'autovettura una Seat Ibiza, e a tirarla fuori dall'acqua grazie ad un camion gru del 115. Le operazioni sono avvenute sotto gli occhi di una folla di gente e in assoluta sicurezza.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA TÌROS