Golfo Aranci

I vertici della Qatar holding ad Arzachena chiedono norme certe per investire in Sardegna

OLBIA. Il sindaco del comune di Arzachena, Alberto Ragnedda, ha ricevuto oggi, alle 11, lo sceicco Faisal Bin Saoud Al Thani, nuovo capo della Qatar Holding Italia, il vicepresidente Gianfranco Lizza, docente della Sapienza di Roma ed esperto di geopolitica, e Mario Ferraro, chief operating officer della Smeralda Holding, società che fa capo al Qatar. Da ora in avanti, saranno loro, secondo quanto dichiarato dai rappresentanti della holding, gli unici interlocutori con la Regione Sardegna, i comuni di Arzachena e Olbia e le istituzioni nazionali, proprio come si auspicava da tempo. All’incontro era presente il sindaco del comune di Olbia, Gianni Giovannelli.
«Puntiamo a concordare i nuovi investimenti nel pieno rispetto dei principi di trasparenza, della legislazione e del contesto ambientale. Chiediamo regole e normative certe che consentano di pianificare ulteriori investimenti in Sardegna» ha dichiarato Faisal Al Thani durante la visita ad Arzachena.

Su questo argomento, Ragnedda è fresco dal confronto con il governatore Francesco Pigliaru e con l’assessore Erriu. «Con la Regione c’è un’idea di pianificazione condivisa. Il presidente ha confermato questa mattina che la legge urbanistica regionale vedrà presto la luce. – ha illustrato il primo cittadino agli ospiti - Lo stesso vale per il nostro piano urbanistico. Questi due documenti di pianificazione generale offriranno quelle risposte che la comunità e gli investitori del Qatar cercano».

«Gli investimenti in Costa Smeralda vogliono dare un contributo alla crescita dell'economia locale e alla creazione di nuovi posti di lavoro» dichiarano ancora dal Qatar. In tutta risposta, il sindaco Ragnedda, dopo la conversazione privata con lo sceicco, ha aperto le porte dell’incontro alla comunità di Arzachena.     Un incontro simbolo voluto per una prima stretta di mano tra lo sceicco Faisal e la società civile locale. «Crediamo che la condivisione di progetti di sviluppo sia indispensabile per far progredire il nostro territorio. – dice il primo cittadino - Le speranze e le aspettative, le opportunità di occupazione per giovani, artigiani, professionisti e imprese sono da sempre al primo punto nella nostra agenda e vogliamo che trovino anche nella Costa Smeralda un ambiente fertile e favorevole in cui sviluppare».

Hanno accettato l’invito del sindaco per questo appuntamento i rappresentanti delle associazioni degli imprenditori locali, le autorità religiose e le Forze dell’ordine.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci