Golfo Aranci

Tutto pronto per le remate Juniores e della Gioventù sognando Olbia Capitale dei Giovani 2017

di Davide Mosca
OLBIA. Continua la stagione delle remate promesse dalla Lega Navale e cresce sempre più l’interesse per le attività legate al mare. A inaugurare la stagione estiva del remo sarà un nuova gara  prevista per venerdì 3 giugno: la Remata della Gioventù Juniores, rivolta agli studenti delle scuole medie inferiori. Tutti i particolari sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa presso la Lega Navale alla presenza del presidente Antonio Cassetta, del sottufficiale della marina militare Antioco Tilocca, della dirigente scolastica Fiorella Ricciardi e del preside dell’Istituto Panedda, Gianni Mutzu.

Per quanto riguarda la giornata del 3 giugno, alle 10.30 otto equipaggi in gara provenienti dalla scuola media Armando Diaz e dalla succursale di Isticadeddu, si sfideranno nella darsena di via Porto Romano su gozzi nazionali da quattro posti ciascuno con al timone Antonio Derosas e Granfranco Soro.

Dalle 11.30 ci sarà la gara di nodi marinareschi. Il "Maestro di nodi" è stato Antioco Tilocca, ex nostromo dell’Amerigo Vespucci e membro della Lega Navale, che ha insegnato ai ragazzi tutti i trucchi del nodo perfetto per ogni occasione. Il prossimo venerdì 10 giugno, invece, alle ore 17 in via Escrivà si svolgerà la settima edizione della Remata della Gioventù. Centotrenta gli studenti degli istituti superiori che prenderanno parte alla competizione a bordo dei palischermi della Marina Militare.

“Cerchiamo di spingere la popolazione verso il mare -ha commentato Andrea Cassetta presidente della Lega- e grazie alla remata dei mestieri anche gli adulti si sono avvicinati al nostro Golfo. Noi, come Lega Navale siamo qui, siamo aperti alla cittadinanza e questo luogo è la casa di tutti. Noi facciamo anche i corsi di vela e apriremo per l’estate una succursale a punta Asfodeli”. Per Antioco Tilocca, uno dei fautori insieme a Paolo Mura del successo delle remate è importante il gioco di squadra: “Si vince insieme e si perde insieme ed è quello che insegnamo ai nostri ragazzi quando vanno in acqua. Ma grazie al lavoro di squadra stiamo crescendo anche noi con le remate e lo dimostrano i tanti traguardi raggiunti”. Per l’occasione sono stati tanti gli sponsor che hanno creduto in queste iniziative: la ditta Mcm darà una borsa di studio intitolata a Salvatore Mura a tre studenti meritevoli, e il Gruppo Gennai promuove una borsa di studio intitolata al Guardia Marina, Marco Brunezzo. Inoltre, la Fondazione di Sardegna ha istituito un premio dedicato alla remata.

Sempre sotto l’impulso della Lega Navale, la città di olbia è stata candidata a diventare Capitale Italiana dei Giovani 2016, prestigioso riconoscimento che viene assegnato annualmente ad una città che deve presentare una piano d’azione per favorire il coinvolgimento, la responsabilizzazione e la partecipazione dei giovani ad attività cittadine.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche

SIDDURA