Caos in aeroporto a Olbia: tredici voli cancellati. Arrivate le prime lettere di licenziamento

La notizia dei licenziamenti è rimbalazata sul giornale online del Qatar doha.co. Guarda le FOTO in fondo all'articolo
di Davide Mosca
OLBIA. "Le comunichiamo il suo licenziamento con preavviso e pertanto il suo rapporto di lavoro cesserà allo spirare dello stesso". Con una lettera inviata via mail da Meridiana, a partire dalle mezzanotte di oggi sono state avviate le procedure di licenziamento per i 396 dipendenti di terra e di volo. Nella lettera si legge la motivazione: "La necessita" è stata determinata dall'alto livello dei costi aziendali che non consentito di offrire i servizi di trasporto aereo a prezzi di mercato. Al momento il caos regna sovrano e la tempesta in corso su Meridiana e in aeroporto sembra destinata a non spegnersi così facilmente. Oggi sono tredici i voli cancellati da e per Olbia, due da e per Cagliari.

 La stessa società di gestione aeroportuale Geasar ha comunicato tramite la propria pagina facebook le problematiche relative ai disservizi, i ritardi dei voli e il cancellamento di alcuni di essi. Tra i motivi ci sarebbero i cento assistenti di volo entrati in malattia e dieci piloti che avrebbero presentato certificato medico. Abbiamo provato ad effettuare una prenotazione online da Olbia a Roma e uno da Roma a Olbia. Al momento e anche per la giornata di domani non c'è alcuna disponibilità. Secondo quanto riportato da fonti interne all'aziende sarebbero sospese le nuove prenotazioni online, ma garantite attraverso la riprotezione su nuovi voli le vecchie prenotazioni. Nel frattempo la notizia è rimbalzata sui media qatarioti, a partire da Doha News.co che riporta la notizia dei licenziamenti nella home page del giornale. i dipendenti appena messi alla porta sono meravigliati come la notizia venga addirittura ripresa in Qatar e invece sui media nazionali trascurata e poco coperta.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche

SIDDURA MAÌA