Golfo Aranci

Nuovo parroco a Golfo Aranci
Don Alessandro va a San Teodoro e arriva Don Mirco Barone

OLBIA. Il vescovo di Tempio Ampurias, Sebastiano Sanguinetti, ha deciso una rotazione di parroci nella sua Diocesi. E tra i vari trasferimenti balza agli occhi quello di Don Alessandro Cossu, che da Golfo Aranci approderà alla guida della parrocchia di San Teodoro. Al suo posto arriverà Don Mirco Barone che arriva dalla parrocchia della Sacra Famiglia a Olbia.  Don Alessandro con un post su facebook saluta la sua comunità da Lourdes dove è in ritiro spirituale, ma ha già fato sapere che darà l'annuncio ufficiale in parrocchia a Golfo Aranci. A Don Alessandro vanno gli auguri per la nuova avventura a San Teodoro dove sicuramente si farà apprezzare come è stato nella Parrocchia di Golfo Aranci. Ecco gli altri movimenti:

 Don Luciano Brotzu sarà il nuovo parroco di Sedini e di Sebastiano in Bulzi. Don Santino Cimino lascia la parrocchia di Sant'Antonio di Gallura per quella di Trinità d'Agultu. Don Gavino Cossi diventa parroco di Santo Spirito di Nuchis e Cancelliere vescovile. Don Pietro Denicu da Sedini approda come parroco a Castelsardo nella chiesa di Sant'Antonio Abate e della Sacra Famiglia. Don Jude Peter approda a a Santa Maria del Coghinas. Don Davide Mela diventa vice cooperatore di S.Maria Maddalena in La Maddalena. Don Mauro Moretti lascia San Teodoro e arriva a S.Maria della Neve ad Arzachena. Padre Giampaolo Pais da Trinità D'Agultu approda alla parrocchia di Nostra Signora di Fatima in La Mudditza. Monsignor Giovanni Pittorru approda alla guida della parrocchia di San Giuseppe a Tempio Pausania. Monsignor Gianfranco Saba diventa parroco di Sant'Antonio Abate a Sant'Antonio di Gallura. Padre Fulvio Saòa diventa rettore delle Grazie della Rettoria di Murta Maria. Don Francesco Tamporni dicenta anche amministratore parrocchiale di Santa Matia delle Grazie in Santa Maria Coghinas. Don Hovspep Achkarian è stato nominato dall'arcivescovo ordinario militare collaboratore per l'assistenza spirituale al personale della scuola sottufficiali della marina militare di La maddalena e della direzione marittima di Olbia.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA