Fondi per il sistema idrico di Olbia
Ultimazione ponte di Isticadeddu slittata a gennaio

OLBIA. Si è svolto ieri pomeriggio nell'aula del consiglio comunale a Poltu Quadu un incontro tra l'amministrazione comunale e i cittadini del quartiere Baratta al fine di illustrare alla popolazione alcune soluzioni per creare un nuovo sistema idrico. Due milioni di euro sono già disponibili e da spendere nel 2017. Nello specifico il sindaco ha dato mandato per uno studio approfondito sulle condotte che hanno portato alla luce una situazione disastrosa delle tubature. Le condotte sono ostruite da detriti che creano dei veri e propri tappi artificiali che impediscono all'acqua di defluire. "A oggi oltre ai soldi messi a disposizione -ha dichiarato Nizzi- dall'amministrazione che ammontano a 100mila euro, la regione ha dato tre finanziamenti per altrettanti progetti nella zona Baratta: 550 mila, 450 mila e 850 mila euro che uniti a quelli del comune fanno: Un milione 950 mila euro per questi interventi. Con questi soldi facciamo tutti i lavori in zona Baratta, li spendiamo tutti qui, in quest'unico quartiere. I fondi servono per realizzare un collegamento diretto dei vari canali sotterranei che passano nei tubi e che vanno a confluire nel tubo "800", il tubo principale.

Entro il 6 dicembre vanno spesi questi soldi, vanno ancora appaltati i bandi, ma stiamo correndo e dobbiamo fare in tempo. Abbiamo dato un tempo di ritorno a questi lavori di 15/20 anni.  Questi sono i primi due milioni che abbiamo deciso di mettere sul quartiere Baratta tutti. Altro capitolo importante affrontato è stato quello relativo al ponte di Isticadeddu in fase di costruzione. Come comunicato dal sindaco la fine dei lavori slitterà di qualche settimana per i tempi di posa del calcestruzzo. Ma in questo caso ormai i giochi sono fatti e si tratta davvero solo di tempi tecnici.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA