GIALLO A PORTO ROTONDO

Donna aggredita in casa da due uomini a volto coperto a Porto Rotondo

La donna sarebbe stata narcotizzata con una puntura di una siringa
di Davide Mosca
OLBIA. Una donna è stata aggredita in casa  stamane a Porto Rotondo nei pressi della caserma dei carabinieri all'ingresso del borgo costiero. La donna, una trentenne di Monti, è stata portata in ospedale per le prime cure del caso e le sue condizioni sarebbero stabili. La vicenda ha ancora dei contorni poco chiari e c'è il massimo riserbo. I carabinieri di Olbia stanno indagando sul caso. L'episodio si sarebbe verificato stamane quando il compagno della giovane, sarebbe andato a pescare lasciando la ragazza in casa che stava passando l'aspirapolvere.

 A quel punto sarebbero entrate in azione due persone a volto coperto che avrebbero aggredito la donna che ha raccontato ai carabinieri quanto accaduto. La trentenne ha poi raccontato di non ricordare piu nulla se non una iniezione effettuata da uno dei due aggressori prima di svenire. Il compagno della donna una volta rientrato l'ha trovata in casa stesa in terra e priva di sensi. Dall'appartamento mancherebbero dei soldi. Sono ancora in corso le indagini e tutta la vicenda andrà verificata nei dettagli.  I militari al momento stanno visionando le immagini delle telecamere del circuito di sorveglianza del supermercato che si trova proprio nei pressi dell'accaduto per cercare di risalire ai malviventi.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA MAÌA