Approvata variante per la multisala a Olbia, dubbi della minoranza in consiglio comunale

OLBIA. Non c'è la certezza, ma la multisala a Olbia ha qualche prospettiva in più di vedere la luce. E la speranza passa dal consiglio comunale di ieri che con un voto a maggioranza ha dato il via libera alla variante di lottizzazione in località Sa Marinedda. Rimane il vincolo imposto, come opera di "compensazione" di pagare a spese del costruttore, Sergio Zuncheddu, il diciotto percento delle spese dei lavori di mitigazione del rischio idraulico di un terreno prospicente che tra le altre cose nulla ha a che vedere con la lottizzazione e che appartiene ad un altro privato.

Da qui lo stupore della minoranza che non capisce perché il costruttore debba pagare le spese per altri interessi privati e ritiene dunque che la multisala potrebbe non essere realizzata. Ad ogni modo sembrerebbe che un accordo con il costruttore ci sia e che il progetto possa andare a buon fine. Costo dell'opera i "compensazione" per la Eurodomus di Zuncheddu sarà 270mila euro. Ed ora spetta proprio alla società decidere cosa fare. Nel corso del consiglio comunale sono stati anche votati altri punti e tra questi la variante al piano di fabbricazione nella località Tanca Lissia, terreno nella disponibilità del futuro ospedale Mater Olbia.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA