Golfo Aranci

Domani per la festa della donna si terrà l'evento "Fizas de Terranoa"

OLBIA. In occasione della festa della donna, si terrà al Museo Archeologico l’evento “Fizas de Terranoa”, patrocinato dal Comune di Olbia, in collaborazione con le Associazioni “Giovanna Baino” ed Archeolbia. L’evento è ideato da Maria Grazia Defilippi e dedicato a Patrizia Bigi, recentemente scomparsa.
«L’evento è di grande pregio perché vuol dare un contributo originale alla ricostruzione della tradizione e memoria storica di Olbia dal 1900 ad oggi – commenta l’Assessore Sabrina Serra - a partire dal ruolo fondamentale che hanno svolto alcune donne nella politica contemporanea».
Il giorno 8 marzo i lavori avranno inizio alle ore 10.30 con un approfondimento delle donne della storia di ieri e del mito, quali  le figure di Atte, Elena di Gallura e  di Nausicaa , figlia del re Alcinoo che, secondo la teoria di prof. Massimo Pittau che pone Olbia come la capitale dell’isola dei Feaci, accolse Ulisse naufrago prima di raggiungere Itaca. I relatori sono i giovani Alessandra Muntoni, Marcello Cabriolu, Durdica Bacciu e Simone Falqui.

Il giorno 10 marzo l’evento avrà inizio alle ore 18.30 e si terrà sempre al Museo Archeologico di Olbia. Verranno proiettate fotografie d'epoca di diverse donne della che, grazie ai propri ruoli e mestieri, hanno contribuito alla crescita della città. I ruoli sono i più disparati, dalle insegnanti alle commercianti, dalle donne pie alle sarte e farmaciste. Una vera e propria carrellata delle antiche famiglie di Olbia, come i Bardanzellu, i Lupacciolu e figure di rilievo come Rita Densa. Le immagini provengono dagli archivi dell’Associazione Giovanna Baino e dalle case di molte famiglie olbiesi e raccontano i primi bagni, ricordi scolastici, ma anche duro lavoro.
Nell'ambito della manifestazione si potrà ammirare l'esposizione di preziosi ricami e altre collezioni appartenenti alle donne di Olbia. Previsti inoltre piccoli intermezzi musicali con brani tratti dal repertorio tradizionale. In programma le esibizioni di diversi artisti apprezzati dal pubblico olbiese come Angelo Bonomo e la sua band, Paoluccio Masala, Adriana Attardi, Francesca Midulla e le gemelle Bardanzellu  della scuola di Paolo Brandano, Alessia Sotgiu e molti altri.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA