Primo corso di difesa personale dedicato alle donne a Golfo Aranci

OLBIA. Ogni giorno dal 31 luglio al 5 agosto dalle ore 18.30, sul lungomare di Golfo Aranci fronte Sirenetta, si terranno le lezioni gratuite del primo corso di difesa personale dedicato alle donne, organizzato dal Comune di Golfo Aranci con l’ausilio della ASD Vigorlegio Kombat Team del maestro Emilio Buffardi esperto di sistemi tattici di difesa.

«La violenza contro le donne è la forma di violazione dei diritti umani più diffusa in tutti i paesi e in tutte le classi sociali, sono circa 7 milioni le donne tra i 16 e di 70 anni che hanno subito violenza nel corso della loro vita. Fortunatamente – spiegano dall’amministrazione comunale – viviamo in un territorio abbastanza sicuro e tranquillo, divulgare però quei giusti comportamenti per allontanare gli eventuali rischi e rendere più sicure le donne è un ulteriore passo verso la riduzione del fenomeno».

«“A testa Alta” – chiarisce il Sindaco Giuseppe Fasolino – è un progetto più ampio di una semplice dimostrazione di tecniche di difesa, l’obiettivo è quello di fornire maggiore consapevolezza e sicurezza in sé stesse alle ragazze e alle donne dei nostri paesi e non tanto di creare falsi allarmismi. Lo scopo del corso è, infatti, quello di mettere al corrente una donna di come si manifesta una potenziale situazione a rischio e di ciò che accade nel momento dell’aggressione, l’anti aggressione femminile è un argomento sempre più attuale, e purtroppo sempre troppo sottovalutato dallo stesso pubblico femminile, per questo abbiamo da subito sposato l’idea di promuovere un articolato percorso formativo/istruttivo che ruota intorno alle parole chiave:  consapevolezza, capacità di difesa e azione ».
Il progetto si sviluppa in due fasi: la mattina sarà il personale dell’Ente a prendere parte alle lezioni del maestro Buffardi e apprendere le tecniche della difesa personale e prendere contezza nei confronti delle situazioni di eventuale rischio o prevaricazione, nel pomeriggio saranno invece i cittadini e i turisti che potranno partecipare al corso gratuito che si terra sul lungomare.  Lo scopo è fornire strumenti utili per raggiungere maggiore sicurezza e consapevolezza, psicologica e fisica. Il corso è finalizzato ad apprendere e riconoscere gli indicatori contestuali di possibili pericoli e imparare tecniche di dissuasione preventiva e di autoprotezione.

A conclusione delle sedute dimostrative è inoltre prevista su palco della “Piccola” una serata/convegno di informazione sulle problematiche antiviolenza, con esperti del settore, esponenti delle forze dell'ordine, psicologhe, legali e operatrici sociali. La sicurezza è un fenomeno complesso, per questo le risposte devono essere date su più piani dalla informazione, alla prevenzione e alla repressione.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche