Concorso "Il Banco di Sardegna per la Scuola", terzo posto per gli studenti olbiesi

OLBIA. Il Banco di Sardegna, con la collaborazione dell’Associazione Amici del Banco, organizza ormai da 14 anni il concorso “Il Banco di Sardegna per la Scuola”, finalizzato alla promozione della cultura d’impresa tra i giovani.
Il concorso, con premi per complessivi 50mila euro, era riservato agli alunni delle ultime due classi degli istituti superiori della Sardegna. Gli studenti, coordinati dai professori, hanno realizzato progetti di ricerca e sviluppo imprenditoriale innovativi, con riferimento alla realtà economica e sociale dell'isola. Anche alcuni studenti olbiesi hanno ricevuto un importante premio in soldi pari a 5mila euro. Terzo posto, infatti, per i ragazzi dell'Istituto tecnico Panedda e istituto di Istruzione superiore Amsicora di Olbia classi 4° A e 4°C. Buona l’idea di unire le sinergie di due gruppi di studenti provenienti da due istituti diversi di Olbia, mettendo a frutto le specifiche competenze acquisite durante il percorso di studi. Ed è da questo fruttuoso incontro di sinergie che nasce il progetto Start up “Edilcozze Srl”.

Il nome celebra e nasconde al suo interno la vera essenza del core business collegato all'attività: la realizzazione di prodotti edili a partire dall'utilizzo di materiali di scarto quali i gusci dei mitili, favorendo conseguentemente sia il riciclo di materiali di scarto altrimenti destinati alla discarica sia la realizzazione di un prodotto innovativo, non inquinante, che valorizza una risorsa tipica del territorio olbiese: la cozza.
Lo scenario nel quale “Edilcozze srl” si inserisce è certamente positivo in termini di domanda: il consumo delle piastrelle in Italia è in crescita e rappresenta uno dei settori più evoluti e vocati all’esportazione a livello internazionale. Il prodotto realizzato andrebbe a rappresentare un mercato di nicchia poiché, a oggi, non si hanno notizie di altre aziende produttive di una mattonella simile in Italia e all’estero. Si tratta, quindi, di un mercato che possiede ancora spazi in cui inserirsi anche localmente.

Fruttuosa anche la collaborazione con la Cerasarda Srl, ditta simbolo della Costa Smeralda che nel settore è un’azienda leader, dalla quale gli studenti hanno attinto, durante delle visite guidate, molte delle cognizioni presenti nel progetto, osservando dal vivo il processo di produzione delle mattonelle. Ecco chi ha partecipato al progetto. Deborah Arras, Giommaria Bacciu, Melania Bancalà, Anastasia Burghiu, Ida Careddu, Marianna Deiana , Giada Mariano, Stefano Mura, Alessandro Orrù , Riccardo Piras.
Dirigente Scolastico I.I.S.” Amsicora”:  Prof. Gianluca Corda
Dirigente Scolastico I:T.S. “Panedda”: Prof. Giovanni Maria Mutzu
Docente coordinatore: Prof. Antonello Canu

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci