Golfo Aranci

Venerdì premiazione a Olbia del concorso Alfonso De Roberto "Uguali e diversi"

OLBIA. Appuntamento al museo archeologico venerdì 25 maggio dalle 9,30 in poi per la giornata conclusiva del premio Alfonso De Roberto “Uguali e diversi”.
Il concorso, giunto alla quinta edizione, ha coinvolto gli studenti delle scuole superiori di Olbia in una riflessione sui temi dell’inclusione, del rispetto delle differenze e dell’uguaglianza tra i cittadinj.

Sono stati presentati 56 lavori nelle tre sezioni letteraria-saggistica; grafico-artistica e tecnico-scientifica e hanno partecipato gli studenti del Liceo artistico De André, dell’Istituto Amsicora (Ipia e Ipa), dell’Istituto Deffenu e del Liceo scientifico Mossa. Saranno assegnati il primo premio per ogni sezione (250 euro messi a disposizione dalla famiglia De Roberto-Tognotti), il secondo e il terzo premio per le sezioni letteraria e artistica (un abbonamento digitale al quotidiano L’Unione Sarda). Per la sezione tecnica, come è avvenuto lo scorso anno, sarà assegnato il solo primo premio in base al regolamento perché il numero dei partecipanti è stato inferiore a cinque.

Saranno anche attribuiti il premio speciale dell’assessorato alla Cultura del Comune di Olbia e il premio Insula felix assegnato dall’omonima associazione sul tema “Sardegna: uguali e diversi”. Sarà anche assegnata (una novità di quest’anno) una menzione speciale della commissione Pari opportunità al miglior lavoro sulla parità di genere. La giuria è composta da Veronica Asara, Caterina De Roberto, Lidia Fancello, Roberto Ferinaio, Dario Maiore, Giovannella Monaco, Viviana Montaldo e Tino Scugugia.

 

Nel corso dell’evento, presentato da Claudio Chisu, sono previsti diversi interventi. Tra questi, quello di Giovannella Monaco sul suo ultimo libro illustrato “Storia di Milo” e dei ragazzi testimonial della campagna sociale Sovversivi dell’associazione Sensibilmente. Come tutti gli anni sarà distribuito gratuitamente agli studenti il libro che contiene i lavori della quarta edizione e che quest’anno è stato stampato grazie al contributo della Fondazione Porto Rotondo.

Il premio è organizzato dalla famiglia De Roberto-Tognotti in collaborazione con la Taphros editrice e con il Politecnico Argonauti e ha il patrocinio del Comune di Olbia, de L’Unione Sarda e dell’associazione Insula Felix. Si ringraziano l’associazione Sensibilmente, la commissione regionale Pari opportunità e la Fondazione Porto Rotondo.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci