Si conclude stasera con Capatonda la nove giorni di cinema tra Olbia Film Network e Figari Film Fest

OLBIA. Volge al termine la nove giorni di cinema di Olbia che con il mercato e gli incontri professionali dell'Olbia Film Network e la competizione internazionale di cortometraggi del Figari Film Fest ha animato il capoluogo sardo. Stasera la serata conclusiva che vedrà avvicendarsi le varie premiazioni tra cui quella per il miglior corto nazionale e regionale, e il miglior corto internazionale e di animazione, e la consegna del premio Rai Cinema avrà come ospite speciale Maccio Capatonda. Ad assegnare i premi una giuria di esperti composta da Andrea Sartoretti, Claudio Falconi, Raffaella Serini, Fabrizio Cristallo, Paolo Bogna e Maurizio Di Rienzo. Al termine delle premiazioni grande chiusur di festival con il concerto dei Mokadelic.

Il Figari, Festival internazionali di cortometraggi ospitato quest’anno dall'Olbia Film Network, l’evento professionale di cinema che porta in Sardegna produttori, distributori, registi, attori,  buyers televisivi e istituti di cultura da tutto il mondo, inaugurato lo scorso 16 giugno, è una manifestazione dedicata al cinema giovane ed indipendente, ai cortometraggi ed agli esordi cinematografici cresciuta negli anni grazie al costante lavoro del direttore artistico Matteo Pianezzi, e di tutto il giovane staff.

La kermesse ha visto l'arrivo ad Olbia di tanti ospiti tra cui i The Jackal, lo scrittore Walter Siti, il regista Daniele Coluccini, Matteo Martinez e Frank Matano, Ilenia Pastorelli, alla qule è andato il Premio Bracco 2018 come migliore attrice rivelazione, Andrea Pinna, premiato con il Premio Comunicazione 2018, Francesca Chillemi e Giacomo Ferrara, che ha ricevuto il premio Bracco 2018 come migliore attore emergente. Moltissime le proiezioni a partire dai lungometraggi "Addio fottuti musi verdi", "Il contagio" e "Tonno spiaggiato", i cortometraggi in gara, i film in cerca di distribuzione, e i cortometraggi per bambini della sezione Cinemini.

Molti gli incontri con il pubblico,  gli incontri professionali, tra cui le colazioni con gli autori ogni mattina alle 9.00, le proiezioni speciali organizzate dai festival partner internazionali tra cui il Mecal di Barcellona e l’Interfilm di Berlino. Non sono mancati momenti di pausa e svago nelle splendide spiagge circostanti,  che insieme ai piccoli borghi e le piazze locali fanno da cornice all’evento rendendolo unico nel suo genere. Il festival, oltre a valorizzare la cinematografia internazionale, mira infatti anche allo sviluppo dell’attività filmica dell’isola e alla valorizzazione della Sardegna sotto ogni suo profilo: ambientale, storico, culturale e di costume.

Soddisfatta l’assessore alla Cultura del Comune di Olbia Sabrina Serra “Continua il percorso di valorizzazione delle opportunità offerte alla nostra città dall' industria cinematografica iniziato lo scorso anno a Cannes e Venezia. La seconda edizione dell' Olbia Film Network vuole continuare nell'esperienza innovativa che pone la città al centro del mercato internazionale dei corti cinematografici. Ringrazio gli organizzatori per la felice intuizione che porta per il secondo anno ad Olbia tutti i protagonisti del mondo del cinema, dagli attori ai produttori, dai distributori ai buyers fino agli istituti internazionali di cultura. Non un festival cinematografico ma una occasione di incontro e di confronto, tra proiezioni e incontri professionali per gli operatori. Olbia in questi ultimi due anni ha ospitato e sta ospitando eventi straordinari nel settore, e anche con questa iniziativa vogliamo che la città sia sempre più riferimento internazionale per il mondo del cinema”.

Il festival, patrocinato da Regione autonoma Sardegna, Comune di Olbia, Fondazione Sardegna Film Commission, Fondazione di Sardegna e ASPO vedrà la presenza di Rai Cinema come partner ufficiale, che per l'occasione ha istituito un premio apposito.

Manuela Rima, Responsabile Rai Cinema Channel ha spiegato così il motivo della loro partecipazione “è da un po’ di anni che RaiCinema si occupa di questo linguaggio, i giovani devono essere sostenuti e, attraverso questo percorso, vogliamo dare loro la visibilità che meritano. Siamo felici di partecipare a questo network perché è davvero una delle poche occasioni in Italia”.

Maria Nevina Satta, Direttore della Sardegna Film Commission ha aggiunto “questa manifestazione ha davvero trasformato il territorio. A Olbia c’è stato chi con determinazione ha voluto insistere sulla Gallura come attrattiva per le produzioni. Si sono unite da una parte imprenditori privati, e dall’altra una generazione di rappresentanti delle amministrazioni locali che hanno deciso, anche con poche risorse, di dare vita al Fondo Filming Olbia e di mettersi in gioco sul campo cinematografico e audiovisivo e ad oggi I risultati sono un po' sotto gli occhi di tutti”.
Numerosi anche gli uffici di cultura e i partner esteri che prenderanno parte alle giornate professionali tra cui Francia, Polonia, Germania, Spagna e Ungheria, che si vanno ad aggiungere ai mobility partner Geasar, Sardinia Ferries e Grimaldi Lines grazie ai quali ogni anno più agevole arrivare sull'isola per la manifestazione.

Si chiude dunque con ottimi risultati tra l'affluenza di professionisti, qualità dei lavori presentati e i tanti ospiti giunti ad Olbia, la seconda edizione dell'Olbia Film Netwok e l'ottava edizione del Figari Film Fest.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA MAÌA