Arrestato il piromane che avrebbe appiccato gli incendi di quest'estate a Santa Teresa Gallura

OLBIA. Ha imperversato nelle campagne di Santa Teresa Gallura appiccando incendi e mandando in fumo ettari di macchia mediterranea. Il piromane ritenuto responsabile è stato assicurato alla giustizia. Si tratta di Francesco Occhioni, 36enne, residente a Santa Teresa Gallura, ma originario di Tempio Pausania. L’uomo, secondo le indagini dell’ispettorato forestale e della procura della repubblica, sarebbe il responsabile di almeno otto incendi che si sono verificati nel periodo estivo del 2017 e del 2018 nel territorio di Santa Teresa. Fiamme che hanno lambito le case e raggiunto centri abitati, anche nei pressi della spiaggia Rena Bianca. Grazie all’intervento dei mezzi aerei, dei vigili del fuoco e di tutti i volontari della protezione civile si è evitato il peggio, ma le fiamme hanno comunque mandato in fumo molti ettari di preziosa macchia mediterranea.

Tutti i dettagli dell’arresto e delle relative indagini sono stati illustrati questa mattina in procura a Tempio Pausania alla presenza di Ilaria Corbelli, sostituto procuratore, del capo della procura Gregorio Capasso e del dirigente dell’ispettorato forestale Giancarlo Muntoni. Il Gip interrogherà l’uomo difeso dall’avvocato Monica Liguori nei prossimi giorni.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA MAÌA