Continuità territoriale La Maddalena, aggiudicato bando con clausola per lavoratori ex Saremar

OLBIA. La gara per il servizio di vigilanza, monitoraggio e controllo sulla continuità territoriale marittima con le isole di La Maddalena, San Pietro e Asinara è stata aggiudicata al raggruppamento temporaneo di imprese composto dalle società Scenari Srl (mandataria) e da Doxa Spa (mandante), per un importo di 608.467 euro (IVA esclusa). Il servizio decorrerà dalla sottoscrizione del contratto con l’aggiudicatario e terminerà il 31 marzo 2022, data in cui è prevista la scadenza del bando per il trasporto diurno con le isole minori di San Pietro e di La Maddalena.

Clausola sociale a favore lavoratori ex Saremar. Il bando di gara dell’assessorato dei Trasporti pubblicato dalla Centrale regionale di committenza prevede una clausola sociale per la quale, nel rispetto della propria organizzazione di impresa e per lo svolgimento delle rilevazioni, l’aggiudicatario dovrà prima di tutto utilizzare il personale delle agenzie marittime che hanno effettuato l’attività di vendita dei biglietti da e per le isole di La Maddalena e di San Pietro a favore della società Saremar. “Con questo provvedimento la Regione garantisce il possibile riassorbimento dei lavoratori delle biglietterie impegnati per la compagnia di navigazione Saremar fallita a causa delle sanzioni comminate da Bruxelles dopo l’operazione ‘flotta sarda’ . Un ulteriore passo avanti a tutela dell’occupazione che segue tutti gli altri importanti interventi a favore del personale di bordo varati e sostenuti dal Consiglio, dagli assessorati dei Trasporti e del Lavoro e contenuti anche nell'ultimo bando per la tratta Santa Teresa di Galllura - Bonifacio", dice l'assessore dei Trasporti, Carlo Careddu: "E' stata un'eredità pesante affrontata con molta determinazione dalla Giunta Pigliaru".
Legge regionale. Il servizio di monitoraggio delle attività di trasporto marittimo in continuità territoriale con le isole minori è previsto dalla legge regionale 38 del 2016 che, oltre a un articolato sistema di controllo costante della qualità dell’offerta, indica anche le specifiche penalità  in caso di mancato raggiungimento degli standard.

Le attività previste. Rilevazioni periodiche a bordo delle navi e a terra, nelle biglietterie e negli altri spazi pubblici gestiti dalla compagnia di navigazione, degli standard di qualità dei servizi previsti dai Contratti per il trasporto pubblico marittimo in continuità territoriale con le isole minori; indagini di customer satisfaction da realizzare attraverso appositi questionari in partenza e all’arrivo e a bordo delle navi; vigilanza e supporto al committente sugli obblighi contrattuali per verificare il rispetto dei livelli qualitativi e quantitativi del servizio; elaborazione e restituzione dei dati raccolti e predisposizione dei rapporti di sintesi delle attività svolte.
Ventisei rilievi annuali. La rilevazione degli standard di qualità del servizio, da svolgersi a terra ed a bordo delle navi, dovrà prevedere almeno un rilievo ogni due settimane per un totale di 26 annuali, su ciascun collegamento marittimo diurno e notturno, su ciascuna nave impiegata e in tutte le strutture funzionali al servizio in prossimità di ciascun porto di origine e destinazione. Le tratte interessate sono: Carloforte - Calasetta; Carloforte -Portovesme; La Maddalena - Palau; Porto Torres - Cala Reale. Il rilievo dovrà essere svolto compilando apposite schede predisposte dall’aggiudicatario, distinte per l’attività a terra e per quella a bordo, riguardanti: pulizia, comfort del viaggio e funzionalità, informazione all’utenza.
 
Link al bando:
https://www.regione.sardegna.it/j/v/2644?s=1&v=9&c=389&c1=1361&id=65064
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS