Le tradizioni e il cibo della Sardegna raccontate da Invitas 2018, da domani a Cagliari

OLBIA. Conto alla rovescia per Invitas 2018. Mancano ormai poche ore alla grande parata inaugurale a Cagliari con la partenza dal Cis di via Bonaria e la partecipazione di oltre 150 figuranti tra cui maschere, costumi sardi, associazioni in abiti rinascimentali, armature nuragiche e Cumbiru finale con oltre 80 chili dolci tipici sardi offerti  ai presenti da 20  massaie. Cos’è Invitas? la più grand vetrina sulla Sardegna, le sue tradizioni, la cultura e le eccellenze enogastronomiche sarde. A garantire la riuscita oltre 150 espositori sardi dell’agroalimentare, artigiani, istituzioni, musei e strutture ricettive. Non mancheranno poi i lavoratori di pasta, pane e dolci con esibizioni e showcooking. Quattro giorni da non perdere e di assoluto divertimento da domani giovedì 1 novembre a domenica 4. L’ingresso all’area espositiva è gratuito. Squisite le sagre di #invitas ( dalle 10 alle 23 .00 ) che saranno presenti nei 4 giorni di InvitaS in rappresentanza di tutti i territori e delle principali specialità tipiche della Sardegna.  

Programma di InvitaS 2018:
Programma dettaglio e orari della giornata:


Giovedì, 1 novembre 2018 – Parata inaugurale, su Mortu Mortu e Archeologia:

ore 10,00- Apertura degli Stand Espositivi e del Food
ore 11,00 – Piazzale del CIS Viale Bonaria – Partenza della Parata Inaugurale di Invitas che prevede la partecipazione di oltre 150 figuranti tra cui maschere, costumi sardi, associazioni in abiti rinascimentali, armature nuragiche etc) che sarano poi tra i protagonisti di InvitaS 2018. sfileranno per Viale Bonaria, Via del Cimitero, Viale Diaz fino a raggiungere il piazzale dove ad attenderli ci saranno le Autorità con il loro saluto di benvenuto al pubblico. A conclusione della Parata, il gesto de “Su Cumbidu”, con 20 donne in costume tipico sardo offriranno ai visitatori presenti oltre 80 kg dolci tipici sardi.
ore 16,30 – Laboratorio artigianato artistico con la dimostrazione dal vivo della realizzazione della Filigrana (come viene preparato il filo e ritorto) a cura dell’ Orafa Angela Sanna (Pad. I)
ore 17,00 – Esibizione con le Fruste a cura dell’ Associazione Le Fruste del Campidano (presso il pad C esterno)
ore 17,30 – Esibizione delle Maschere tradizionali di Sestu “Is Mustayonis e S’ Orku Foresu” per tutta l’ area interessata all evento.
ore 18,30 – Festeggiamo “Su Mortu Mortu” a cura dell’ Associazione Libera che accoglieranno i bambini offrendo loro dei dolci, noci, mandarini secondo la tradizione cosi come detta la Tradizione del Nord Sardegna a seguire animazione per bambini.
ore 19,30 – Sfilata delle Armature Nuragiche e presentazione dei vari costumi. Le Armature rimarranno a disposizione per foto con i presenti
ore 21,00 – Fusione nuragica sotto le Stelle. Il Maestro Andrea Loddo mostrerà in diretta la realizzazione del bronzetto nuragico con racconti, e sottofondo musicale per far rivivere l’ epoca nuragica.
Venerdì, 2 novembre 2018 – Maschere di Fonni e Donne di Sardegna:

ore 10,00- Apertura degli Stand Espositivi e del Food
ore 11,30 – Realizzazione in diretta del gioiello sardo “Corbula sarda” a cura dell’ Orafa Angela Sanna (pad. I)
ore 17,00 – Realizzazione in diretta del gioiello sardo “Corbula sarda” a cura dell’ Orafa Angela Sanna (pad. I)
ore 18,00 – Sfilata delle “Donne di Sardegna” a cura dell’ Associazione Libera. Verranno rappresentate in un suggestivo scenario le donne della Sardegna (cernitrici, partigiane, etc) e le tessitrici di Maria Lai
ore 19,00 – Esibizione delle Maschere di Fonni “Urtos e Buttudos”
ore 20,00 – Esibizione canora a cura della cantante Federica Cabras che eseguirà dal vivo alcuni brani sardi.
ore 21,00 – Musica dal vivo a cura del launeddista Nicola Agus
Sabato, 3 novembre 2018 – Boes e Merdules di Ottana:

ore 10,00 – Apertura degli Stand Espositivi e del Food
ore 11,00 – Realizzazione e dimostrazione su come si realizza la fede campidanese a cura dell’ orafa Angela Sanna (Pad. I)
ore 17,00 – Realizzazione e dimostrazione su come si realizza la fede campidanese a cura dell’ orafa Angela Sanna (Pad. I)
ore 18,30 – Sfilata delle antiche maschere barbaricine: Boes e Merdules di Ottana per tutta l’ area interessata all’ evento
ore 20,00 – Esibizione canora a cura della cantante Federica Cabras che eseguirà dal vivo alcuni brani sardi.
ore 21,00 – Musica dal vivo a cura del launeddista Nicola Agus
Domenica, 4 novembre 2018 – Medioevo e Rinascimento in Sardegna:

ore 10,00 – Apertura degli stand espositivi e del Food
ore 11,00 – Corteo Storico Medioevale e Rinascimentale a rappresentare la Storia della Sardegna. Rappresenteranno il medioevo il gruppo di dei tamburini e musici dell’ Associazione Castello di Siviller Marchesato di Villasor, Associazione di Guasila, Associazione di Dolianova e dell’ Associazione “La Farandola” di Ussana. Seguiranno balli medioevali e rinascimentali e scherma medievale.
ore 16,00 – Balli medioevali a cura dell’ Associazione “La Farandola” di Ussana con il coinvolgimento del pubblico.
ore 17,00 – Balli rinascimentali a cura dell’ Associazione Castello di Siviller Marchesato di Villasor
ore 18,00 – Sfilata delle “Donne di Sardegna” a cura dell’ Associazione Libera. Verranno rappresentate in un suggestivo scenario le donne della Sardegna (cernitrici, partigiane, etc) e le tessitrici di Maria Lai
ore 18,30 – Sfilata della Collezione di Franca Sirigu di abiti e stoffe rappresentanti la Sardegna
ore 20,00 – L’ Associazione “La Farandola” di Ussana presenta lo spettacolo notturno dello sputafuoco con le bolas e le clave infuocate con la partecipazione del Maestro Anry Usma dal passato circense presso il Circo Lu Soleil de Paris. A seguire balli medioevali con il coinvolgimento del pubblico.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA