Viaggio nei saperi e nei sapori della Sardegna: un calendario realizzato dai bambini olbiesi

OLBIA. Si è concluso con un calendario e una foto di gruppo il progetto didattico “Viaggio nei saperi e sapori della Sardegna”, organizzato dall’associazione Sas Janas con il contributo dell’assessorato comunale alla Pubblica istruzione. Un interessante progetto che si è basato su uno stimolante confronto tra bambini, genitori e nonni. Esattamente un anno fa gli alunni delle attuali quinte A e B dell’Istituto comprensivo di via Vicenza avevano cominciato un percorso pensato per promuovere i valori della sana alimentazione attraverso lo scambio di esperienze tra generazioni. In questo modo i bambini hanno avuto la possibilità di scoprire le tradizioni culinarie più rappresentative della Sardegna e della Gallura. E così, dopo mesi di incontri, laboratori e visite guidate, è stato pubblicato un colorato calendario che contiene le ricette e i consigli proposti direttamente dai bambini che hanno partecipato al progetto.

Il calendario. È stato presentato lunedì 5 novembre nella scuola di via Vicenza alla presenza di tutti i bambini coinvolti nel percorso. Presenti anche i loro genitori. Il calendario 2019 si intitola “Le ricette delle nonne, saperi e sapori della Sardegna” e raccoglie disegni, fotografie e oltre trenta ricette tradizionali. Si va dai malloreddus alla campidanese alla zuppa gallurese, dai culurgionis alla torta al miele. Il calendario è stato presentato da Claudia Pirina, presidente di Sas Janas, dall’editore Dario Maiore, dalla maestra Franca Poddighe, dallo chef Nando Rossi e dall’esperta Gabriella Atzori. Il ricavato dalla vendita sarà investito nell’organizzazione di nuove iniziative dedicate ai bambini.

Le tappe. Il progetto, cominciato un anno fa, è stato suddiviso in più tappe. Innanzitutto i bambini si sono confrontati con nonni e genitori sulle ricette da includere nel calendario. In classe, invece, gli esperti di Sas Janas hanno organizzato una degustazione guidata di formaggi e ricotta. Poi tre interessanti visite guidate per andare alla scoperta di antichi mestieri e produzioni locali: la prima alla fattoria didattica Lu Branu, tra Arzachena e Palau, la seconda allo storico panificio olbiese Derosas e la terza allo stabulario di Olbia Mitili. Infine sono stati organizzati una lezione con la nutrizionista Angela Perseo e un cooking show con gli abili chef dell’associazione Cuochi di Gallura. I bambini sono stati seguiti dalle maestre Franca Poddighe, Gianfranca Bua, Myriam Burrai, Natascia Uda e Pinuccia Canu.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS