Sabato a Olbia la terza edizione del "Lega navale day", verrà premiata la Guardia Costiera

OLBIA. Sabato 24 novembre, a partire dalle 18, al museo archeologico, si svolgerà la terza edizione del Lega navale day, la giornata organizzata dalla Lega navale e dedicata alla presentazione delle attività del sodalizio olbiese. Un appuntamento arrivato alla terza edizione e che ha nella consegna del premio “Lega navale day – Il mare ci unisce” il suo momento più importante. Ogni anno viene assegnato a una personalità che nel corso dell’anno si è distinta per aver contribuito a diffondere, con il suo lavoro o lo sport, i valori del mare e della tradizione marinaresca. Lo scorso anno venne consegnato a Renato Azara, imprenditore della nautica e armatore della barca a vela Adelasia di Torres che porta in giro nelle competizioni veliche di tutto il mondo il nome della Sardegna.

Quest’anno il direttivo della Lega, guidato dal presidente Tonino Cassetta, ha deciso di premiare la Guardia costiera del nord Sardegna per il salvataggio a mare avvenuto il 25 e 26 ottobre. Grazie all’attività coordinata dal direttore marittimo del nord Sardegna, Maurizio Trogu, la ricerca via mare e via aria ha consentito di riportare a casa i due naufraghi, dispersi dopo l’affondamento della loro barca “Il Caimano”. Dei due marittimi galluresi, che avevano tentato inutilmente di chiedere aiuto prima del naufragio, nessuno sapeva nulla. Solo che erano partiti da Porto Ercole, in Toscana, dopo aver acquistato il 14 metri di legno da un Centro diving. Era quindi scattata una imponente attività di soccorso, che aveva coinvolto le motovedette di Olbia e La Maddalena e i mezzi di aria della Guardia costiera e della sezione Volo elicotteri di Decimomannu. Dopo due giorni di ricerca il ritrovamento dei due skipper.

Nel corso della serata, presentata da Tommy Rossi, ci sarà anche l’illustrazione dell’attività svolta dalla Lega navale nel corso del 2018 e la presentazione degli impegni del nuovo anno. La consegna dei diplomi di timonieri ai rematori che partecipano alla Remata dei mestieri e delle Stagioni. E l’assegnazione delle borse di studio agli studenti delle scuole superiori della Remata della gioventù. L’iniziativa, nata come progetto contro la dispersione scolastica, non solo rappresenta una occasione per fare sport di mare. I rematori che arrivano in cima alla classifica e che hanno anche un buon reddito scolastico vengono premiati con degli assegni finanziati da due aziende olbiesi dalla Emmeciemme e dal gruppo Gennai. Gli intermezzi musicali sono affidati al gruppo Body percussion della scuola media Ettore Pais e alla band dell’istituto nautico di Siniscola.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche