***VIDEO***

Grande successo per la 22esima edizione del Judo in Action a Olbia, alza il trofeo una squadra Corsa

OLBIA. Lascia la Sardegna e vola in Corsica il Trofeo della squadra prima classificata alla 22º edizione del Judo in Action, la grande manifestazione sportiva organizzata dal Kan judo Olbia che si è tenuta domenica in un PalaDeiana gremito. Il Dojo Porto Vecchio, in virtù dei risultati ottenuti dai propri atleti si è classificato primo, seguito da due titolate squadre sarde, la Scuola judo Ceracchini Cagliari al secondo posto e il Centro sportivo Guido Sieni di Sassari al terzo. Un podio che conferma l’alto livello agonistico del Trofeo organizzato da 22 anni dalla storica società olbiese guidata dal maestro Angelo Calvisi, cintura nera 5º dan. La competizione a squadre, sotto l’egida della Fijlkam (la Federazione italiana judo, lotta, karate ed arti marziali) e patrocinata dal Comune di Olbia, era riservata a tutte le categorie agonistiche, esordienti, cadetti, junior e senior e quest’anno ha segnato un record di partecipazione.

È stata, infatti, un’edizione in grande stile quella del 2018 che ha visto sul tatami 33 società partecipanti invitate (oltre ai club sardi, quattro corsi e il Judo Marassi di Genova) e quasi 200 judoka. Un folto pubblico ha seguito per tutta la mattina i combattimenti, di alto livello tecnico, e applaudito l’esibizione del settore giovanile della Kan judo Olbia che con i suoi 96 tesserati è tra le società più importanti dell’Isola, con una particolare attenzione per la promozione del judo ad iniziare dai più piccoli. Un momento dell’esibizione, dedicata a una breve dimostrazione delle tecniche del judo a ritmo di musica, è stata dedicata come da tradizione al ricordo di Francesco Contu, collaboratore della società prematuramente scomparso alcuni anni fa.

Il maestro Angelo Calvisi è molto soddisfatto della riuscita della manifestazione ma anche dei risultati dei suoi ragazzi. La squadra del Kan judo Olbia quest’anno non è riuscita a salire sul podio, complici anche alcune assenze per infortuni, ma ha ottenuto un buon piazzamento grazie a sette medaglie conquistate dai giovanissimi judoka seguiti dal maestro, dal collaboratore tecnico Gavino Carta e dall’aspirante allenatore Salvatore Calvisi. Hanno ottenuto l’oro Manuel Asara nei 60 kg cadetti, Letizia Nicolè (63 kg), Teseo Garrucciu (60 kg) e Gabriele Marrone (42 kg) negli esordienti, l’argento Simone Rosas (50 kg) e il bronzo Ilenia Atturo (40 kg) e Riccardo Nurzia (45 kg), tutti esordienti.

“Il successo della manifestazione ci rende molto orgogliosi e determinati a continuare su questa strada - ha commentato Il maestro Angelo Calvisi - È il frutto di un grande lavoro e della collaborazione di un nutrito staff, circa cinquanta persone, che comprende oltre ai miei più stretti collaboratori molte famiglie dei nostri bambini e ragazzi che condividono il nostro progetto. Ringraziamo anche l’amministrazione comunale di Olbia che ci sostiene da sempre e i tanti olbiesi che domenica hanno affollato le tribune del palazzetto, con una partecipazione unica nello scenario judoistico sardo”. Il prossimo evento è per il 9 dicembre con il Baby Ippon, la manifestazione dedicata ai preagonisti e che è ormai l’appuntamento pre-natalizio dei baby judoka sardi.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA