La musica dei Maneskin accoglie il 2019 a Olbia davanti a più di 20mila persone ***VIDEO***

di Davide Mosca
OLBIA. Voce, chitarra, basso e batteria. Non serve altro per accendere il capodanno olbiese a suon di rock. Un manuale già scritto dai mostri sacri degli anni ’70, come Mick Jagger, Robert Plant, David Bowie che però funziona sempre e che sembra rinascere oggi anche tra i giovanissimi italiani proprio grazie ai Maneskin. E a chi li critica di copiare certi miti del passato, Damiano David, voce e frontman, Victoria De Angelis al basso, Ethan Torchio alla batteria, Thomas “Er Cobra” Raggi alla chitarra rispondono con la musica. La band dai tempi di X Factor di strada ne hanno fatta tanta e quello del capodanno olbiese è forse il concerto più grande che hanno mai affrontato.

Se la cavano da vere rockstar davanti a più di ventimila persone che cellulare in mano e rigorsamente in "rec" hanno ballato e cantato tutte le canzoni dell’album “il ballo della vita” per un genere che spazia dal pop al rock e dal funk al reggae. Are you ready, Fear for Nobody, Immortale, Morirò da Re. La scaletta fila liscia come l’olio senza intoppi e sbavature. Ci sono, poi, le cover con Let’s get it started dei Black Eyed Peas, Beggin dei Maicon. I costumi di scena funzionano, così come l’immagine sensuale che il cantante si è costruito mandando in visibilio il pubblico femminile.

Il chitarrista fa il suo con bei riff di chitarra e assoli puliti che condiscono il tutto fino alla chiusura dell’esibizione con Kiwi, Close to the Top. A mettere il sigillo finale, “Torna a Casa”, la super ballad che ha sbancato tutte le classifiche italiane. E’ tempo di countdown, il 2019 è vicino, i Maneskin sono già andati via e il nuovo anno viene accolto con lo spettacolo dei fuochi d’artificio sul mare che tiene gli occhi dei ventimila incollati al cielo. Il sindaco Nizzi augura alla sua città tutto il meglio, auspicando che si risolva al più presto la questione legata al Piano mancini. Nel frattempo Olbia si prepara ad un’altra stagione di grandi eventi che culmineranno proprio il 23 luglio con il Jova Beach Tour. Ma la nottata non è finita, con i dj set che fanno ballare i ragazzi fino alle prime luci del mattino. Le vie del corso sono stracolme di gente. Il capodanno olbiese 2018 è sicuramente uno dei più belli degli ultimi anni.

“Non avevamo dubbi che questo evento, sul quale abbiamo lavorato tanto e tutti insieme, ottenesse un grande successo, facendo arrivare in città decine di migliaia di giovani”, ha commentato l’assessore comunale al Turismo, Marco Balata

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA TÌROS