L'Olbia calcio ritorna in campo per preparare la sifda di domenica prossima contro il Cuneo

OLBIA. Messo alle spalle il pareggio di domenica contro il Pontedera, l'Olbia è tornata ad allenarsi questo pomeriggio al Geovillage per dare il la alla settimana di lavoro in campo finalizzata alla migliore preparazione della prossima battaglia di campionato. Da una parte i giocatori non scesi in campo che si sono disimpegnati in una partitella di allenamento contro l'Under 17 di mister Ricci, dall'altra il resto della squadra che ha svolto un lavoro aerobico e tattico.

Domenica alle 14.30 si torna a giocare al "Nespoli": avversario di turno il Cuneo di Scazzola, compagine che staziona nel centro della classifica. Quella piemontese è un avversario tutt'altro che semplice da affrontare. Quadrato e organizzato, il Cuneo ha manifestato sinora grande cinismo e ottime capacità difensive, avendo conquistato 29 punti (7 dei quali sottratti per penalizzazione) con appena 15 reti realizzate (peggior attacco del girone).

All'andata la squadra biancorossa si impose per 1-0 su un'Olbia ampiamente rimaneggiata che capitolò per effetto del calcio di rigore trasformato dai locali a fine primo tempo. Stavolta, però, spartito e musica dovranno essere senz'altro differenti. Perché l'Olbia arriva di slancio a un impegno casalingo cruciale e perché Ragatzu e compagni, autori domenica di una prestazione di grande sostanza e presenza, masticano ancora amaro per la vittoria mancata e sono per questo pronti a riversare in campo tutta la sete di rivalsa. 
Tutti disponibili i Guardiani del Faro di mister Filippi, eccezion fatta per Caligara che prosegue con solerzia il lavoro differenziato che presto lo riporterà in gruppo.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA