Ieri a Roma nella protesta contro il governo una folta delegazione della Cgil Gallura

OLBIA. Alla manifestazione di protesta indetta dai sindacati uniti non poteva mancare la delegazione Cgil dalla Sardegna e dalla Gallura. Più lavoro, investimenti, sviluppo. E’ quello che chiedono i sindacati al Governo per i propri territori di riferimento. Al centro c’è poi la vertenza Air Italy della quale si sta occupando la Cgil Gallura. Ecco il post sulla pagina ufficiale de sindacato:

"È stata una bella giornata, davvero. Noi, dalla Gallura, siamo andati a Roma con lo stesso entusiasmo e la stessa passione con cui ci siamo occupati della battaglia per far rinascere la Provincia della Gallura, con cui ci stiamo occupando della vertenza Air Italy, con cui tutti noi, tutti i giorni, ci occupiamo di piccoli e grandi problemi della vita dei lavoratori, dei disoccupati e delle loro famiglie. Noi ci crediamo. Sappiamo che possiamo e dobbiamo sempre migliorare, ma sappiamo anche ci mettiamo l’anima, sempre. Stamattina, prima delle manifestazione, abbiamo visto lavoratori e pensionati arrivare dalla Sicilia, dal Piemonte, dal Veneto. Ore e ore in pullman, in treno, stanchi più di noi che pure pensiamo di essere isolati, ma con la voglia di esserci. Con la voglia di dire l’Italia siamo anche noi, l’Italia chiede attenzione per i più deboli.

Chi gliel’ha fatto fare? La passione, la voglia di giustizia sociale, qualcosa che non ha prezzo. Questo ci ha fatto bene, molto bene. Come sempre ci siamo sentiti comunità, famiglia. E come ha detto poi dal palco il nostro segretario Landini, noi non molleremo finché il Governo non darà risposte serie sul lavoro, sullo sviluppo, su chi ha più bisogno.
Come facciamo da 113 anni. Con orgoglio. A Roma come in Gallura”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica