Continua a crescere l'aerporto di Olbia, al via il nuovo collegamento per San Pietroburgo

OLBIA. L'aeroporto di Olbia continua a crescere esponenzialmente dal 2012 a oggi, tanto da richiedere un ampliamento dell'aerostazione e un allungamento della pista. Lavori che sono prossimi all'avvio, così come annunciato dall'amministratore delegato di Geasar, Silvio Pippobello,.  Il manager, nel corso della presentazione delle rotte estive dello scalo gallurese, ha evidenziato la crescita importante del 2018 che ha registrato tre milioni di passeggeri soprattutto nei mesi spalla e con un +44percento.  "Copriremo tutta l'Europa- ha commentato Pippobello- con 19 Paesi collegati e ci spingeremo anche oltre con Mosca e la novità di San Pietroburgo. L'offerta dei voli verrà incremenata del 5,2 percento.".

Mario Girau capo dello sviluppo delle rotte Geasar ha poi evidenziato i principali mercati di interesse per la Sardegna e per lo stesso scalo gallurese. Al sesto posto c'è la Gran Bretagna con 5100 posti in più rispetto all'anno scorso. Al quinto posto i collegamenti la Svizzera che cresce 6% l'anno con 9mila posti in più. Al quarto posto la Russia con più di 12mila nuovi posti e soprattutto il nuovo collegamento da Olbia a San pietroburgo. Confermato anche il volo per Mosca dal 27 aprile. Al terzo posto ci sono i collegamenti con la Spagna con 16mila posti  quest'anno. Al secondo posto la Francia con 82mila posti in più e la novità del collegamento con Nantes. Al primo posto la Germania con 127mila posti. Per quanto riguarda i voli domestici, segno positivo si registrerà con il vettore Volotea sulle rotte di Napoli, Torino, Bergamo, Palermo e Verona. E proprio in quest’ultima rotta si aggiungerà il vettore Neos.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS